Lunga aspirazione

Aspirazione prolungata (sinonimo: aspirazione costante, aspirazione continua, drenaggio gastrico nasale) è un metodo per eliminare la stasi del tratto gastrointestinale mediante aspirazione prolungata del contenuto attraverso un sottile tubo di gomma (sonda) introdotto attraverso il naso nello stomaco o nell'intestino tenue.

L'indicazione principale per l'uso di aspirazione a lungo termine è il ristagno del contenuto gastrointestinale causato da paresi intestinale nell'ostruzione intestinale acuta e peritonite, dopo l'intervento chirurgico, ferite addominali, con ampi ematomi retroperitoneali, con colica renale grave, ecc. La necessità di evacuazione dal tratto gastrointestinale il tratto intestinale è dettato in questi pazienti dall'accumulo di una grande quantità di contenuto liquido e aria nelle parti superiori del tubo digerente, una violazione dei processi di secrezione e syvaniya e grave condizione generale dovuto all'espansione dello stomaco e dell'intestino tenue superiore. In caso di ostruzione dinamica dell'intestino, l'aspirazione prolungata è uno dei principali mezzi di terapia conservativa.

L'aspirazione a lungo termine con il trattamento conservativo dell'ostruzione intermittente nei pazienti operati ripetutamente merita particolare attenzione. L'aspirazione prolungata espande in modo significativo l'arsenale di trattamenti per questo gruppo severo di pazienti, in cui ogni reintervento è associato a un rischio dovuto a grandi difficoltà tecniche e al rischio di recidiva (vedere Ostruzione intestinale). Un prerequisito per l'uso dell'aspirazione a lungo termine per l'ostruzione adesiva è l'assenza di fenomeni di strangolamento.

L'aspirazione prolungata può essere utilizzata anche per irrigare lo stomaco in caso di avvelenamento e uremia. È consigliabile applicarlo indipendentemente dall'uso di altri mezzi e metodi per trattare la stasi gastrointestinale.

L'aspirazione costante è controindicata solo come metodo indipendente di trattamento di quei pazienti per i quali è indicato un intervento chirurgico di emergenza (per esempio, peritonite, ostruzione intestinale con alterata circolazione intestinale).

L'aspirazione prolungata attraverso una sonda sottile è un metodo efficace, molto semplice e sicuro; grazie alla semplicità delle apparecchiature e alla disponibilità di tecnologia, può essere utilizzato in qualsiasi condizione. L'aspirazione costante dovrebbe essere un elemento obbligatorio nel sistema di trattamento complesso di pazienti con movimento alterato dei contenuti lungo il tratto digestivo. L'eliminazione della stasi del tratto gastrointestinale interrompe la catena dei processi patologici che si susseguono uno dopo l'altro. Ripristina il tono delle pareti gastriche e intestinali, diminuisce la stasi venosa, migliora la circolazione sanguigna, che porta a un precedente ripristino della motilità alterata. Allo stesso tempo, la secrezione e l'assorbimento dal tratto digestivo sono normalizzati.

L'aspirazione a lungo termine del contenuto gastrointestinale viene effettuata attraverso tubi sonda sottili collegati all'apparecchio, creando uno spazio rarefatto. È possibile utilizzare un tubo di gomma con un diametro esterno di 0,5 cm, più perfetto è la sonda di Levin con fori grandi o un tubo elastico, all'estremità distale della quale è attaccata un'oliva metallica e oltre 10-15 cm ci sono diversi fori ovali 3X2 mm disposti a spirale. La presenza di un'oliva contribuisce al progresso del tubo nel duodeno e facilita il controllo dei raggi X, e le aperture aggiuntive migliorano l'evacuazione.

In condizioni cliniche, lo spazio rarefatto può essere creato da una siringa, un dispositivo di aspirazione a getto d'acqua e uno speciale apparato sottovuoto. È molto conveniente usare un apparato Perthes-Harter a tre bottiglie, in cui viene mantenuto un vuoto (fig.) A causa del liquido traboccante nel flacone di aspirazione. Le bottiglie più comunemente usate con una capacità di 5 litri. Con la disposizione di vasi per il flusso d'acqua con una differenza di livelli di 1-1,25 m, viene creato uno spazio rarefatto di 80-90 mm di Hg. Art., Che è il più razionale per l'evacuazione dei contenuti gastrointestinali. Un prerequisito per il funzionamento dell'apparecchiatura è la tenuta dell'intero sistema e un vuoto costantemente mantenuto. L'ultima condizione sarà sempre soddisfatta se la bottiglia superiore è piena d'acqua.

La sonda è inserita attraverso il naso; è facilmente tollerato dai malati; non provoca vomito e non impedisce l'assunzione di liquidi attraverso la bocca. Per un corretto inserimento del tubo devono essere utilizzati movimenti di deglutizione, in cui la sonda cade quasi sempre direttamente nell'esofago. L'estremità oliata del tubo viene fatta avanzare nel rinofaringe, dopodiché viene somministrato al paziente per bere acqua a sorsi e contemporaneamente viene fatto avanzare il tubo. Con l'introduzione del tubo a 55-60 cm dal bordo del naso, la sua estremità si trova nella zona del piloro. È meglio fissare il tubo con del nastro di garza attorno alla testa.

L'aspirazione prolungata è consigliabile includere nel trattamento complesso forse prima in tutti i pazienti con alterazioni del movimento del contenuto attraverso il tubo digerente; questo impedisce l'ulteriore sviluppo dello stretching esistente. L'aspirazione pre-chirurgica dei contenuti insieme ad altre misure terapeutiche migliora le condizioni generali dei pazienti. Le osservazioni cliniche mostrano che le complicanze postoperatorie sotto forma di ostruzione paralitica si sviluppano meno frequentemente se l'aspirazione viene applicata il più presto possibile. È consigliabile iniziare l'aspirazione prima dell'intervento chirurgico, continuare durante l'intervento chirurgico e nel periodo postoperatorio, fino a ripristinare le normali funzioni del tratto gastrointestinale. Nella maggior parte dei pazienti, questo richiede da 2 a 5 giorni. Peristalsi, la presenza di feci può servire come controllo; liquido ubriaco quando la sonda viene pizzicata non dovrebbe causare nausea, vomito, fastidio e dopo 40-60 minuti. risucchiato nel sistema.

L'aspirazione prolungata non interferisce con altre attività; i pazienti a cui viene utilizzato non richiedono cure particolari. Per eliminare il disagio causato dalla permanenza prolungata del tubo di gomma, si deve inserire nella narice, dove si trova il tubo, 3-4 gocce di una soluzione al 2% di efedrina e dikain in olio. La perdita di fluido dovuta all'aspirazione viene compensata da infusioni parenterali di soluzioni saline e liquidi che sostituiscono il sangue. È praticamente sufficiente per compensare la perdita di cloruri iniettati in una vena o sotto la pelle fino a 3 litri di soluzione salina al giorno.

L'eliminazione della congestione nel tratto gastrointestinale porta ad un miglioramento delle condizioni generali dei pazienti: dolore, nausea, vomito scompaiono, diminuisce la pressione dello stomaco allargato e degli intestini sul diaframma, il che facilita il lavoro del cuore e dei polmoni. I pazienti hanno l'opportunità di bere e di dissetare, il che allevia la loro condizione. Tutto ciò ha un effetto positivo, spesso decisivo, sull'esito della malattia.


Aspirazione lunga (schema). Quando l'acqua fuoriesce dal flacone 1 nel flacone 2, si crea un vuoto nel flacone 3, dove il contenuto gastrointestinale viene aspirato.

Sorrisi dei nostri figli

Menu di navigazione

Collegamenti personalizzati

pubblicità

Questo forum è stato creato per la comunicazione di genitori, parenti, amici e bambini stessi con una diagnosi di "non apertura del labbro superiore e / o del cielo". Qui troverai informazioni sul trattamento, l'alimentazione, l'educazione dei bambini con tale diagnosi.

Tieni presente che il forum è parzialmente chiuso e solo gli utenti registrati che hanno compilato il loro intero profilo possono leggerlo completamente. Gli ospiti hanno accesso a diverse sezioni del forum, dopo aver letto che, saranno in grado di decidere autonomamente se hanno bisogno di questo forum o meno. Pertanto, chiediamo a tutti gli utenti registrati di andare al tuo profilo, alla sezione Avanzate, dove rispondere alle domande locali. E assicurati anche di compilare il campo "Residence". Ad esempio, puoi vedere il profilo di moderatori e admin. Stiamo ricevendo molto e siamo guidati dal ricordo di chi è chi ogni giorno è sempre più difficile. Guardandoci l'un l'altro nel Profilo, ci faremo meglio a conoscerci e, quindi, dare risposte rapide e corrette.

Distinti saluti, amministratore e moderatori del forum

Informazioni utente

Sei qui »Sorrisi dei nostri bambini» Chirurgia »Tutto sui tubi nel naso

tutto sui tubi nel naso

Messaggi 1 pagina 22 di 22

Condividi12009-07-13 19:49:23

  • Postato da: odulova
  • nuovo venuto
  • Registrato: 2009-01-11
  • Messaggi: 1
  • Ultima visita:
    14/07/2009 09:38:13

Le ragazze raccontano come stai Siamo di San Pietroburgo. Spaccatura sinistra. Già operato. Semenov M.G. Dopo l'operazione, metti il ​​tubo nel naso! L'unità è un incubo. Innanzitutto, in entrambe le narici. E in ospedale, e in buona salute. Collegato da un maglione di metallo - passa sotto il naso. È necessario riparare l'intonaco, in modo da non cadere. E il materiale è come la plastica. Indossare senza rimuovere almeno un anno. La mia bambina li odia. Dorme male quando lo tiro fuori e lo metto dentro - urlando, insomma, ORRORE. La mia forza è andata, ho ferito il mio bambino ogni giorno con le mie stesse mani.
È irreale che tutti hanno, oppure ci sono ALTERNATIVE. DIRE.

Modificato da odulova (2009-07-13 19:52:36)

Condividi22009-07-13 20:05:37

  • Postato da: Helen
  • membro
  • Ubicazione: Saratov
  • Registrato: 2009-07-03
  • Messaggi: 66
  • Sesso: femmina
  • Età: 43 [1975-02-23]
  • Ultima visita:
    2015-03-02 19:01:04

odulova
Guarda qui La fodera nel beccuccio dopo l'intervento chirurgico
Riguardo agli inserti, posso dire che è stato un incubo (per noi). Gli inserti non erano fatti molto bene, non dicevano nulla del patch, volavano sempre. Ed era Nastya che aveva già 8 anni quando era indossata, ma non lo so con i bambini. Ma questa è solo la nostra esperienza, forse la tecnologia è diversa ora.

Modificato da Helen (13-07-2009 22:05:23)

Share32009-07-13 20:30:31

  • Postato da: Tabalugka
  • Forum dell'ammiraglio
  • Posizione: Cherkasy
  • Registrato: 22-05-2009
  • Messaggi: 775
  • Sesso: femmina
  • Età: 31 [1987-01-15]
  • Ultima visita:
    2018-05-20 21:02:37

È irreale che tutti hanno, oppure ci sono ALTERNATIVE. DILLO

Benvenuto! Anche noi, a sinistra, eravamo esattamente gli stessi tubi. Ricordo molto bene il mio stato, quando per la prima volta ho dovuto indossarli e in qualche modo sistemarlo, HORROR. Ma non preoccuparti, quindi "riempi" la tua mano e sarà più facile. Abbiamo fissato Micropore con un cerotto, ritagliato due piccoli fori per le narici e incollato dritto. Hanno perforato per circa sei mesi, vestiti ogni volta con uno scontro. Indossato giorno e notte, proprio quello che dicono, in vacanza rimosso. Ho contato i mesi e i giorni per toglierli velocemente. Le narici erano ancora terrificanti, si stavano espandendo così tanto quando stavano raccogliendo i tubi, e non aggiungevano molta simmetria, MA nessuno sa cosa sarebbe successo se non li avessero indossati. Poi, dopo 7 mesi, la figlia stessa ha cominciato a sparargli, ho deciso, ne basta abbastanza. Ora non indossiamo già sei mesi, le narici sono diminuite, livellate, non posso dire che siano esattamente le stesse, ma in generale sono felice (vai su Temko, c'è una foto). Non so come sarebbe se non lo indossassero, ma il nostro dottore ha detto che il risultato del nostro oggi è un notevole "merito" dei tubi.
Ti auguro più pazienza, tutto andrà bene! Non pensi di torturare il bambino, ti ringrazierà più tardi, sicuramente dirà.

Share42009-07-13 20:40:16

  • Postato da: masi
  • nuovo venuto
  • Località: Ucraina. g Cherkasy
  • Registrato: 2008-12-12
  • Messaggi: 6
  • Sesso: femmina
  • Età: 31 [1986-11-03]
  • Ultima visita:
    24-11-2009 19:57:00

ciao, posso dire una cosa sui tubi nel naso, solo orrore, abbiamo un crack di dvukhtoronaya, dopo l'operazione che hanno indossato circa un mese, e poi un incubo, il bambino li ha tirati fuori, un anno dopo l'intervento, una narice è normale, e uno ha un po 'affondato, ma il chirurgo ha detto Va bene, quindi è attesa.

Condividi52009-08-20 10:35:36

  • Autore: IRINKA
  • membro
  • Registrato: 2009-03-16
  • Messaggi: 14
  • ICQ: 152063710
  • Ultima visita:
    09-09-2006 09:56:56

abbiamo una catastrofe! il gatto ha mangiato la nostra fodera (((
Ci sono voluti solo tre mesi su sei, qualcuno può dirmi come farlo con materiali a portata di mano, e cosa è possibile?

Condividi62009-08-20 14:54:25

  • Postato da: Tabalugka
  • Forum dell'ammiraglio
  • Posizione: Cherkasy
  • Registrato: 22-05-2009
  • Messaggi: 775
  • Sesso: femmina
  • Età: 31 [1987-01-15]
  • Ultima visita:
    2018-05-20 21:02:37

qualcuno può dirmi come farlo con materiali a portata di mano, e cosa è possibile?

Penso che sia vryatli. No, certo, qualcuno può farlo, ma non ho mai sentito niente del genere. Dopo tutto, oltre a quello di materiale speciale, hanno anche dimensioni: tutti individualmente, i bambini hanno narici diverse, la persona non iniziata non farà come dovrebbe, ne sono più che sicura. In generale, sono in vendita.

Condividi72009-08-20 18:36:53

  • Postato da: Agapi
  • frequentatore
  • Ubicazione: Kiev
  • Registrato: 2008-09-16
  • Messaggi: 258
  • Sesso: femmina
  • Età: 36 anni [1982-04-30]
  • Ultima visita:
    2017-04-10 11:06:08

Sì, mentre hanno imparato a indossare la pipa, tanti nervi sono spariti. Lo facciamo solo per la notte, incolliamo con un cerotto, come incollare il marito stesso con l'esperienza è venuto. E come mantenere il bambino in modo che una persona potesse indossarli, sono venuti da soli. È un peccato che non ne parlino in ospedale. E il medico curante "ci ha aiutato", dopo che i tubuli sono stati slegati, e Glebushka li ha eliminati, il medico li ha messi dalla parte sbagliata, e il bambino ha urlato tutta la notte, e una narice è stata calcolata e nemmeno il tubulo ha fatto una ferita lì.
Ma abbiamo tubi in silicone, qualche azienda tedesca e un terribilmente costoso 70 euro, a quel tempo ne valeva 840 UAH. Ieri, nostro padre li ha persi in un appartamento (gli orecchini d'oro più economici da perdere).

Condividi82009-08-20 18:41:32

  • Postato da: Agapi
  • frequentatore
  • Ubicazione: Kiev
  • Registrato: 2008-09-16
  • Messaggi: 258
  • Sesso: femmina
  • Età: 36 anni [1982-04-30]
  • Ultima visita:
    2017-04-10 11:06:08

Irinka, e in quale città vivi? Noi a Kiev vendiamo questi rivestimenti, ma solo bisogno di conoscere le dimensioni, bene, e stand, come ho scritto molto costoso.

Ragazze nel perché in ospedale dopo l'operazione, mettere il tubo nel naso

Ragazze nel perché in ospedale dopo l'operazione, mettere il tubo nel naso?

11 commenti su "Ragazze in che cosa in ospedale dopo l'operazione, metti un tubo nel naso"

Non lo so per certo, ma penso quindi.
Durante l'operazione una persona perde molto sangue. L'ossigeno trasporta sangue. Poiché non era abbastanza, l'ossigeno non sarebbe sufficiente. Entra anche nel tubo, che arricchisce il sangue.

abbiamo avuto una sonda)) attraverso di essa alimentato

Alexandra, qual è la differenza in cui l'aria passa attraverso il tubo o attraverso le narici?

Lily, beh, in realtà hanno messo un tubo di ossigeno sottovoce. E sì, attraverso il puro O2. E l'aria è composta da ossigeno, azoto, anidride carbonica, idrogeno e il resto della tavola periodica.

Alexandra, sotto il naso e non nel naso, naso, la sonda è installata per la nutrizione liquida

e sotto il naso è ivl, messo raramente

Lily, l'ho letto sottovoce, prima...

Lily, non sotto il suo naso e infilò la trachea

Zhenya, rispettivamente, in bocca))

Lily, i bambini sono a volte intubati attraverso il naso

Zhenya, posso) il mio in 10 mesi attraverso un'intubazione della bocca, in una sonda del naso. tubo sottile trasparente

sondaggio

Probing - l'introduzione di un sottile tubo di plastica flessibile attraverso il naso o la bocca nello stomaco o nell'intestino tenue.

La procedura viene eseguita sia a scopo diagnostico che a scopo terapeutico. Sebbene il rilevamento in alcuni pazienti provochi vomito e nausea, questa non è una procedura dolorosa.

Il sensing nasogastrico (inserimento di un tubo attraverso il naso nello stomaco) permette di aspirare il contenuto dello stomaco, stabilire la presenza di sangue in esso; analizzare come lo stomaco produce acido ed enzimi, determinare altre caratteristiche. In caso di avvelenamento, l'analisi del contenuto dello stomaco aiuta a identificare il veleno.

In alcuni casi, dopo il test, il tubo viene lasciato in posizione per ricevere nuove porzioni dello stomaco in poche ore. Il sensing nasogastrico viene anche usato per trattare determinate condizioni. Ad esempio, l'acqua fredda viene iniettata nello stomaco per fermare il sanguinamento. Al fine di neutralizzare i veleni, vengono sondati in parallelo con l'uso di carbone attivo. Inoltre, attraverso il sensing a persone che non possono deglutire, inserire la miscela di nutrienti liquidi.

A volte il sensing nasogastrico viene utilizzato per rimuovere continuamente il contenuto dello stomaco. In questo caso, l'estremità del tubo è collegata ad un'aspirazione che rimuove il gas e il liquido dallo stomaco. Questo aiuta a ridurre la pressione in violazione della pervietà del tratto gastrointestinale e di altre patologie.

Con il sensing nasoenterico, un tubo più lungo viene inserito attraverso il naso e lo stomaco nell'intestino tenue. Questa procedura viene utilizzata per analizzare i contenuti intestinali, rimuovere continuamente i liquidi e fornire nutrimento. Un tubo con un piccolo dispositivo alla fine può aiutare con una biopsia dell'intestino tenue (ricevendo un pezzo di tessuto per l'esame). Quando si analizza il tessuto, viene valutata l'attività degli enzimi (di norma il tessuto viene esaminato al microscopio). Poiché lo stomaco e il piccolo intestino non sono sensibili al dolore, la procedura è indolore.

Trattamento di drenaggio della sinusite

Il metodo di drenaggio del trattamento della sinusite amplia significativamente le opzioni terapeutiche per questa malattia. Di per sé, il drenaggio del seno mascellare durante l'infiammazione è un intervento puramente patogenetico, in quanto garantisce la compensazione della funzione dell'apertura naturale del seno mascellare ostacolata dal rigonfiamento infiammatorio della mucosa.

Ripristino della ventilazione del seno mascellare con la sua infiammazione, molti medici attribuiscono un'importanza fondamentale, ritengono che il drenaggio dei seni mascellari aumenti i fattori di protezione antimicrobica locale. Un adeguato drenaggio del seno mascellare può portare alla normalizzazione anche di una mucosa alterata poliforme, che è confermata dalle osservazioni.

L'essenza del metodo di drenaggio per il trattamento di antritis è che un tubo viene inserito nel seno mascellare in un modo o nell'altro, che rimane per lungo tempo. Attraverso il tubo di drenaggio, il seno viene lavato e vengono iniettati antibiotici e altri farmaci. Il drenaggio costante dei seni paranasali nel trattamento di antritis acuto e particolarmente cronico prolungato è molto promettente, poiché risparmia tempo medico e paziente, permette il lavaggio ripetuto e iniettato del seno, elimina l'uso ripetuto di soluzioni anestetiche, fornisce un flusso costante dal seno, lo area, rimuove sensazione di paura in un paziente prima della manipolazione medica.

I tubi di polivinilcloruro o polietilene sono principalmente utilizzati per il drenaggio dei seni mascellari, che vengono inseriti attraverso il lume dell'ago Kulikovsky o insieme all'ago, spingendo il tubo all'esterno.

Le osservazioni indicano che i tubi di polietilene sottili presentano notevoli inconvenienti. Un piccolo lume (0,8-1 mm) e una grande lunghezza (15-20 cm) del tubo impediscono il deflusso dal seno e la sua aerazione. Il fluido di flussaggio durante l'iniezione attraverso un tale tubo non scorre, ma a goccia, che non può fornire un flusso completo. L'introduzione di tubi di diametro maggiore attraverso speciali trocar o l'inserimento di un ago Kulikovsky aumenta l'invasività della procedura. I tubi lunghi che sporgono dalla cavità nasale, per ragioni estetiche, sono inaccettabili a livello ambulatoriale.

Viene utilizzato un insieme più semplice di strumenti, che consiste in una cannula ago di drenaggio, una guida e un decanter. La cannula dell'ago di drenaggio è costituita da un ago per estrarre il sangue. La lunghezza e il diametro dell'ago sono coerenti con lo scopo previsto. La parte quadrangolare della cannula ad ago viene rimossa e viene praticata una fessura sul tallone metallico rimanente, progettato per fissare la cannula ad ago sul conduttore nel piano desiderato. La fine di lavoro affilata di un ago è piegata sotto un angolo ottuso. Un pezzo di tubo di gomma morbida viene messo sul tallone, che smorza notevolmente la pressione del tallone di metallo sulla mucosa nasale ed elimina la possibilità di formazione di piaghe da decubito. La guida dell'ago della cannula è una barra di acciaio inossidabile, a un'estremità del quale è presente una maniglia e all'altra estremità è un mandrino. Il diametro del mandrino corrisponde al diametro del canale ago-cannula. Al di sotto del mandrino, l'asta viene appiattita di due piani su una lunghezza di 1 mm. Con l'introduzione della mandrina nel lume della cannula dell'ago, la parte appiattita dello stelo entra nella fessura del collare, fissando quest'ultimo nella posizione desiderata. Il decanifier è un gancio a due denti con uno spazio tra i denti uguale al diametro esterno della cannula dell'ago. La tecnica della puntura non è diversa dalla puntura dell'ago del seno mascellare Kulikovsky. Tuttavia, la cannula può anche essere inserita più o meno con successo. Con l'introduzione di successo del tallone della cannula dovrebbe essere in contatto con il bordo anteriore del guscio inferiore. Se il colletto della cannula rimane sulla soglia del naso o preme il suo bordo contro il setto, allora questa posizione della cannula dovrebbe essere considerata non riuscita. Alcuni pazienti dopo una foratura notano le sensazioni spiacevoli che quasi scompaiono il 2-3 ° giorno, e l'ulteriore uso della cannula non causa alcun disturbo soggettivo.

La cannula era nel seno da diversi giorni con seno acuto fino a 2-3 mesi - con cronica, senza causare irritazione della mucosa.

In caso di completa ostruzione dell'orifizio mascellare durante il lavaggio, nella cannula è stato inserito un ago di sezione più piccola, quindi il liquido di lavaggio scorreva attraverso lo spazio libero rimanente tra la parete interna della cannula e la parete esterna dell'ago.

Secondo una clinica russa, una cannula con ago di drenaggio in 782 pazienti ha drenato 1000 seni mascellari (nel 218 entrambi i seni sono stati simultaneamente drenati). Di questo numero, 127 punture sono state eseguite su base ambulatoriale. Inoltre, sono state eseguite 47 punture diagnostiche con una cannula ad ago in clinica e in ospedale. Dopo il drenaggio, il seno fu lavato 1-2 volte al giorno con una soluzione isotonica di cloruro di sodio calda seguita dall'introduzione della miscela monomicina-idrocortisone, soluzione al 30% di un albucide, soluzione allo 0,2% di etonio, una soluzione alcolica di clorofilitico, enzimi proteolitici. Il trattamento topico è stato completato con un trattamento antinfiammatorio e stimolante generale. Va notato che i migliori risultati sono stati osservati in quei pazienti che sono stati lavati 2 volte al giorno. In 2 bambini con ascesso orbitario subperiostale, in cui la sinusite purulenta acuta è stata associata a etmoidite, oltre al drenaggio del seno mascellare, sono state eseguite le cellule del labirinto etmoide e l'ascessotomia.

Nel valutare l'efficacia del trattamento, sono state prese in considerazione le condizioni soggettive del paziente, la quantità e la natura dell'essudato, la capacità del seno e il grado di pervietà della sua apertura naturale, i dati di ripetuti esami semplici e radiografie a contrasto. In alcuni pazienti (48 seni paranasali), l'emigrazione dei leucociti intensivi è stata determinata nel tempo.

Come risultato del trattamento secondo lo schema sopra descritto, il 96% dei pazienti con sinusite acuta e subacuta ha recuperato.

A causa del fatto che l'uso di una cannula per ago di drenaggio non causa alcun inconveniente, molti pazienti con sinusite cronica hanno iniziato il trattamento in ospedale, ma hanno continuato in regime ambulatoriale senza interrompere il loro lavoro. In alcuni pazienti, questo trattamento è stato effettuato per 2-3 mesi o più.

L'uso di una cannula ad ago era particolarmente utile nei bambini, in quanto li liberava dallo stress emotivo associato a punture ripetute. Non abbiamo osservato alcuna complicanza associata all'uso di una cannula con ago.

In conclusione, si può affermare che il trattamento continuo della sinusite con drenaggio è un metodo più efficace e delicato rispetto a punture ripetute.L'opzione di drenaggio più adatta è che con trauma minimo fornisce una ventilazione completa del seno mascellare e può essere utilizzata sia in ambiente stazionario che ambulatoriale.. La cannula ad ago proposta soddisfa pienamente questi requisiti.

Insieme con le misure locali per il trattamento conservativo della sinusite sono ampiamente utilizzati mezzi di effetti generali sul corpo. A seconda delle indicazioni, vengono utilizzati farmaci antibatterici (antibiotici, sulfonamidi, furazolidone), autoemoterapia, PhiBs, aloe, metiluracile, vitamine, antistaminici (difenidramina, suprastin, diazolina, diprazina), salicilati, farmaci analgesici, ecc.

Intubazione tracheale e ventilazione meccanica

Intubazione e ventilazione meccanica

descrizione

L'intubazione e la ventilazione artificiale vengono eseguite utilizzando tubi e apparati che forniscono e evacuano l'aria dai polmoni. Spesso la procedura viene eseguita in situazioni di emergenza, ma può anche essere eseguita durante l'esecuzione dell'operazione pianificata.

Motivi per l'intubazione e la ventilazione meccanica

I polmoni aiutano lo scambio di gas nel corpo. L'ossigeno viene trasportato dall'aria nei polmoni e ulteriormente nel sangue, mentre l'anidride carbonica dal sangue passa nell'aria attraverso i polmoni. Questo movimento di gas è necessario per la vita. Se è impossibile inalare ed espirare lo scambio di aria e gas è impossibile. L'intubazione e la ventilazione artificiale vengono effettuate per aiutare a respirare nel caso in cui una persona non ha l'incapacità di respirare da sola.

Possibili complicazioni di intubazione e ventilazione meccanica

Le complicanze sono rare, ma nessuna procedura garantisce l'assenza di rischi. Se sono previsti l'intubazione e la ventilazione meccanica, è necessario essere consapevoli delle possibili complicazioni, che possono includere:

  • Danni a denti, labbra o lingua;
  • Danni alla trachea, che portano a dolore, raucedine e talvolta difficoltà a respirare dopo aver rimosso il tubo;
  • Intubazione dell'esofago (quando il tubo viene accidentalmente inserito nell'esofago e nello stomaco, e non nella trachea);
  • Bassa pressione sanguigna;
  • la polmonite;
  • Lesione polmonare;
  • L'infezione.

Alcuni fattori che possono aumentare il rischio di complicanze:

  • il fumo;
  • Trauma al collo e alla colonna vertebrale cervicale;
  • Malattie polmonari preesistenti (es. Enfisema);
  • Cattiva salute dentale;
  • Pasto recente;
  • La disidratazione.

Come viene eseguita l'intubazione tracheale e la ventilazione meccanica?

Preparazione per la procedura

Se l'intubazione e la ventilazione meccanica vengono eseguite in concomitanza con un'operazione o sono programmate in anticipo:

  • La sera prima puoi mangiare cibo leggero. Non mangiare o bere dopo la mezzanotte;
  • Chiedi al tuo medico cos'altro deve essere fatto prima della procedura.

anestesia

Nella maggior parte dei casi si usano potenti sedativi o anestesia generale. L'anestesia locale può essere utilizzata per intorpidire la gola. Un miorilassante può anche essere somministrato. Questo è fatto per prevenire la nausea durante e dopo l'inserimento.

Descrizione della procedura di intubazione tracheale e ventilazione meccanica

Se la procedura è programmata, è necessario respirare attraverso una maschera di ossigeno per 2-3 minuti. Questo è fatto al fine di arricchire il corpo con l'ossigeno durante la procedura.

Il dottore inclinerà un po 'indietro la testa. Quindi userà uno strumento chiamato laringoscopio, che ha una penna, una lampada e una lama smussata liscia. Questo strumento viene utilizzato per sollevare la lingua dal retro della gola in modo che il medico possa vedere le corde vocali. Quando il dottore vede le corde vocali, inizierà a inserire un'estremità del tubo di respirazione nella trachea.

Quando il tubo è nella posizione corretta, il medico rimuoverà il laringoscopio. Il tubo verrà fissato nell'angolo della bocca. Il medico collega quindi il tubo al ventilatore, che erogherà aria ai polmoni. In alcuni casi, il tubo verrà inserito attraverso il naso e non attraverso la bocca.

Subito dopo l'inizio dell'intubazione e della ventilazione meccanica

  • Fai una radiografia del torace per assicurarti che il tubo si trovi nella trachea;
  • Assicurati che l'aria penetri nei polmoni;
  • Misurare i livelli di gas nel sangue per assicurarsi che la ventilazione funzioni correttamente.

Quanto durerà l'intubazione tracheale e l'inizio della respirazione artificiale?

Meno di cinque minuti.

Intubazione tracheale e ventilazione meccanica: farà male?

L'anestesia previene il dolore durante la procedura. Il tubo causerà disagio e potrebbe causare tosse. Può anche irritare le corde vocali e la trachea.

Soggiorno ospedaliero medio

Questa procedura viene eseguita in un ospedale. Di solito la durata del soggiorno dipende dalla malattia di base.

Cura dopo intubazione tracheale e ventilazione meccanica

Dopo l'intubazione, riceverai ulteriore aiuto da infermieri e altro personale ospedaliero.

Non puoi mangiare, bere o parlare finché il tubo endotracheale non viene rimosso. Prima che il medico rimuova la provetta:

  • Devi iniziare a respirare da solo attraverso un tubo, senza un ventilatore;
  • Prima di rimuovere il tubo, vengono misurati i seguenti parametri:
    • Frequenza respiratoria;
    • Il livello di ossigeno nel sangue;
    • Volume d'aria per via inalatoria;
  • Se è necessaria una ventilazione polmonare artificiale per diverse settimane, è possibile eseguire una tracheotomia. In questo caso, il tubo viene inserito nelle vie respiratorie attraverso un foro praticato nel collo e non attraverso la bocca o il naso.

Contattare un medico dopo l'intubazione tracheale e la ventilazione meccanica

Dopo la dimissione dall'ospedale, si dovrebbe consultare un medico se compaiono i seguenti sintomi:

  • Mancanza di respiro;
  • Tosse frequente;
  • Segni di infezione come febbre o brividi;
  • Tendenza a inalare cibo o bevande;
  • Fischi e rumori durante la respirazione (il cosiddetto stridore).

Tubi del naso

Molti di coloro che hanno eseguito operazioni in anestesia, ricordano che "mettono il tubo", altri ne hanno sentito parlare.

Questa manipolazione è chiamata intubazione tracheale. Il suo scopo è quello di creare una connessione affidabile tra i polmoni del paziente e il ventilatore. Esistono altri metodi per questo, ad esempio, tracheotomia o maschere laringee. L'anestesista, utilizzando un laringoscopio, sotto il controllo della vista, inserisce un tubo endotracheale termoplastico di plastica nella trachea. Dopo di che, per creare tenuta, il bracciale viene gonfiato con aria sul tubo, che è adiacente alle pareti della trachea e il ventilatore inizia.

Va notato che il paziente non sente tutto questo perché è sotto anestesia, ha perso conoscenza ed è sotto l'influenza di rilassanti muscolari (vedi sotto). In casi speciali, persino l'intubazione è usata nella mente.

In questa fase, a volte (circa 1: 2000), sorgono difficoltà. In alcuni pazienti, l'anatomia dello scheletro facciale e del collo è tale che è semplicemente impossibile vedere l'ingresso della laringe e, quindi, eseguire l'intubazione. Questo di per sé non è così grave, perché si possono usare metodi alternativi, come l'intubazione endoscopica (che di solito non è il caso nei nostri ospedali), o per fermare l'anestesia. Tuttavia, se tale situazione è combinata con l'incapacità di ventilare i polmoni con la maschera di un apparecchio anestetico e il paziente non respira autonomamente, le conseguenze possono essere molto gravi. Se nulla può essere fatto in 3-6 minuti, anche un paziente relativamente sano può morire di ipossia (mancanza di ossigeno, prima di tutto, il cervello), e l'anestesista ha la possibilità di diventare un cosiddetto medico killer. Ci sono molte altre sfumature associate a questa procedura, ad esempio il rigurgito: perdita di contenuto di stomaco nel tratto respiratorio con problemi corrispondenti.

A cosa serve?

Sotto l'influenza di vari farmaci durante l'anestesia, la coscienza viene persa, i riflessi del tratto respiratorio superiore e il centro respiratorio sono depressi. Tutto ciò può portare all'asfissia, all'apnea (mancanza di respirazione), cioè alla cessazione del flusso d'aria nei polmoni e allo scambio di gas. Inoltre, molte operazioni (addominali, traumi, ecc.) Richiedono il completo rilassamento dei muscoli. A tale scopo vengono utilizzati rilassanti muscolari, che tendono a rilassare completamente l'intera muscolatura del corpo, compresi i muscoli respiratori per un periodo da 5 a 45 minuti, il che, di fatto, rende impossibile respirare e qualsiasi movimento volontario o involontario. Quando il paziente si sveglia, i suoi riflessi e la sua respirazione vengono ripristinati, il tubo viene semplicemente rimosso, dopo che il bracciale è stato rimosso.

Va notato che l'intubazione non è sempre utilizzata durante l'anestesia. Con interventi superficiali a breve termine, l'anestesia può essere eseguita mantenendo una respirazione indipendente.

Oltre all'anestesia, la ventilazione meccanica e l'intubazione vengono utilizzate in varie condizioni, quando il paziente, a causa della gravità della condizione, non può fornire autonomamente la respirazione e sta vivendo l'ipossia, la ventilazione meccanica può durare per molti giorni. Coma, shock, malattie polmonari e così via e così via.

Il video, che mostra il processo in inglese, ma kmk è comprensibile e così.

Intubazione tracheale: tecnica, complicanze, controindicazioni

L'intubazione della trachea in anestesia generale comporta l'introduzione di un tubo nella trachea ai fini della ventilazione meccanica (ventilazione meccanica). L'intubazione è il metodo principale per fornire vie aeree libere temporanee durante l'anestesia e la rianimazione.

Le indicazioni per l'intubazione tracheale sono l'anestesia endotracheale multicomponente e la necessità di una ventilazione meccanica a lungo termine.

strumenti

Possiamo distinguere un certo insieme di strumenti usati per l'intubazione tracheale e la ventilazione meccanica:

• Set di tubi per intubazione. I tubi sono di diversi tipi: dalla dimensione del diametro esterno (da 0 a 10 mm), in lunghezza, con un bracciale e senza polsino, uno e due tipi di Carlens traslucido per metodi di intubazione speciali. Nei pazienti adulti, è più spesso utilizzato per le donne nn. Da 7 a 8, per gli uomini nn. Da 8 a 10. Per l'intubazione dei bambini più piccoli, usare le provette senza bracciale.

• Laringoscopio con una serie di lame dritte e curve di diverse dimensioni. Consiste in una maniglia in cui sono inserite le batterie o una batteria, e una lama alla fine della quale c'è una lampadina. La lama per intubazione tracheale si collega al manico con una chiusura a baionetta, che consente di cambiare istantaneamente le lame se necessario. È meglio preparare prima dell'intubazione del laringoscopio TWO, in caso di un improvviso cedimento di uno, ad esempio, se la luce si è spenta.

• Pinza anestetica curva.

• Explorer. È un nucleo metallico piuttosto sottile ma robusto e morbido. Utilizzato nei casi di intubazione difficile, quando è necessario dare la piegatura desiderata al tubo endotracheale.

• Un getto di anestetici locali (quasi mai richiesto).

Nella sala operatoria o nell'unità di terapia intensiva, tutto è sempre "a portata di mano", e se l'anestesista-rianimatore viene chiamato in altri reparti dell'ospedale, allora prende la borsa con tutto il necessario. Ha sempre un laringoscopio, tubi per intubazione di diverse dimensioni, un set per la stadiazione venosa centrale (succlavia o giugulare), soluzioni antishock, analgesici, ipnotici e un sacco di cose per la rianimazione in toto.

Tipi e caratteristiche di intubazione tracheale

Esistono 2 tipi di intubazione tracheale: orotracheale (attraverso la bocca) e nasotracheale (attraverso i passaggi nasali). Nel secondo caso, il tubo endotrache viene scelto di dimensioni più piccole di 1 - 2 numeri.

Esiste un concetto separato di "tracheostomia", la verità sull'intubazione eseguita dall'anestesista, non ha nulla a che fare. Questo è un metodo chirurgico per garantire le vie respiratorie libere.

Tecnica per l'intubazione tracheale

La tecnica e l'algoritmo per l'intubazione tracheale attraverso la bocca differiscono poco dal nasotracheale, esamineremo più in dettaglio.

L'intubazione della trachea durante l'operazione inizia dopo anestesia acquosa per via endovenosa con un anestetico, come sodio tiopentale e somministrazione di atropina. L'atropina viene introdotta per prevenire reazioni vagali con lo sviluppo di bradicardia e laringo - riflesso cardiaco. Simultaneamente con l'anestesia introduttiva, l'IVL ausiliario inizia con una maschera di ossigeno di un apparecchio anestetico, quindi introduciamo i rilassanti. Dopo la fine della fibrillazione dei muscoli (questa è una reazione all'introduzione di rilassanti) - inizia l'intubazione.

L'intubazione può essere eseguita alla cieca o sotto il controllo di un laringoscopio. Le lame del laringoscopio sono dritte e curve, la loro scelta dipende sia dalle prove che dalla scelta dell'anestesista. Ci sono due posizioni del corpo durante l'intubazione:

  1. La classica posizione di Jackson (nella foto a sinistra): la parte posteriore della testa sul piano del tavolo, la testa leggermente inclinata all'indietro, la mascella inferiore spinta in avanti - una linea quasi dritta dagli incisivi superiori lungo l'asse della laringe e della trachea, ma un po 'più distante dall'ingresso della laringe.
  2. La posizione migliorata di Jackson (nella foto a destra): la stessa, ma sotto la testa mettiamo un piccolo cuscino piatto di 6-10 cm.

Con attenzione, senza toccare i denti e i tessuti molli, inseriamo la lama del laringoscopio sul lato destro della bocca e portiamo la glottide nel campo visivo.

Quindi, inserire il tubo endotracheale attraverso la glottide.

Per controllare la correttezza dell'intubazione, ascoltiamo la respirazione sinistra e destra, la colleghiamo al dispositivo, fissiamo il tubo alla testa e ascoltiamo di nuovo il respiro.

Per garantire la correttezza dell'introduzione del tubo, i medici si concentrano anche sul flusso d'aria che esce dal tubo, che dovrebbe apparire se il paziente respira da solo o quando preme sul torace se non respira.

In questa fase è raro, ma un tubo non può entrare nella trachea, ma nell'esofago. Già nella fase iniziale, questo errore è facile da rilevare: durante l'ascolto si avvertiranno rumori gastrici pronunciati, mentre il rumore respiratorio sarà completamente assente. Possono anche manifestarsi sintomi di ipossia.

L'intubazione è considerata difficile (difficile) se è stata eseguita con successo, ma ci sono voluti diversi tentativi, nonostante il fatto che non ci siano patologie della trachea.

La tecnica di intubazione tracheale nei neonati non è molto diversa dall'intubazione dei pazienti adulti, ma ha le sue caratteristiche e indicazioni.

In una situazione di emergenza (per esempio, in caso di morte clinica improvvisa, quando non c'è consapevolezza, i riflessi e l'impatto precordiale non funzionano), l'intubazione tracheale viene eseguita immediatamente "dal vivo" senza anestesia introduttiva, proprio sul corridoio dell'ospedale. Il compito principale è quello di fornire la respirazione, e quindi iniziamo un massaggio cardiaco chiuso, quindi eseguiamo la rianimazione.

Puoi vedere la tecnica di intubazione tracheale in questo video con i commenti dell'anestesista in russo.

È interessante sapere: il bronco destro ha una continuazione più diretta dalla trachea, e la sinistra ad un angolo, quindi, con intubazione errata, il tubo cade più spesso in esso. Di conseguenza, il polmone sinistro non respira. L'anestesista deve essere estremamente attento: ascoltare l'uniformità della respirazione su entrambi i lati, cioè la conduttività del rumore respiratorio nei polmoni.

Controindicazioni

Durante l'esame preliminare del paziente, l'anestesista attira l'attenzione su come sta parlando il paziente, se viene mantenuta la respirazione nasale.

Controindicazioni per l'intubazione sono cambiamenti traumatici e patologici negli organi del collo o del cranio: una rottura o un tumore della trachea, della lingua, dell'edema della faringe, della laringe, ecc.

Ci sono diverse caratteristiche che complicano anche l'intubazione, ma non sono controindicazioni:

• collo corto e corto;

• denti superiori sporgenti - incisivi;

• Mandibola corta e inclinata;

• Struttura anormale della laringe - questo può essere visto solo al momento dell'intubazione.

Se l'intubazione orotracheale non ha funzionato (attraverso la bocca), viene eseguita la conduzione nasotracheale (attraverso i passaggi nasali), mentre vengono utilizzati tubi più piccoli con 1-2 numeri.

complicazioni

Considerare le principali complicanze derivanti dall'intubazione tracheale, i metodi di prevenzione e le cause. Possono essere di natura traumatica:

• Danneggiamento della mucosa della bocca, della faringe, della lingua;

• Danni alle corde vocali, laringe;

• Lussazione della mascella inferiore;

E anche di natura tecnica:

• Il tubo nel bronco destro;

• Violazione della sua pervietà dovuta a flessione e / o blocco con muco;

• Rigurgito e aspirazione dei contenuti gastrici.

Con l'intubazione traumatica dopo l'anestesia, sono possibili le seguenti:

• Edema delle corde vocali;

• Meno probabile ulcerazione della membrana mucosa;

• Granulomi delle corde vocali.

Al livello attuale di anestesiologia e con una buona qualifica dell'anestesista, le complicazioni associate all'intubazione sono estremamente rare.

Ho creato questo progetto per raccontarti semplicemente dell'anestesia e dell'anestesia. Se hai ricevuto una risposta a una domanda e il sito ti è stato utile, sarò lieto di sostenere, contribuirà a sviluppare ulteriormente il progetto e a compensare i costi della sua manutenzione.

Chirurgia del naso Caratteristiche dell'anestesia e intubazione

Tipi di intervento chirurgico nella zona del naso

Le operazioni nasali possono essere suddivise in interventi sulle strutture esterne del naso, interventi all'interno della cavità nasale, interventi sui seni nasali e interventi che interessano le strutture ossee.

Nel caso di una successiva correzione della frattura, il confronto dei frammenti può essere difficile ed essere accompagnato da sanguinamento ripetuto pronunciato. Le operazioni sul setto nasale vengono effettuate per migliorare il passaggio dell'aria attraverso i passaggi nasali e i seni venosi. Un paziente può avere un'ostruzione subtotale delle vie aeree nasali a seguito di una grave deviazione del setto, bloccando il passaggio dell'aria lungo un passaggio nasale e ipertrofia controlaterale del turbinato inferiore, bloccando il passaggio dell'aria dall'altra parte. I polipi nasali possono essere singoli o multipli e causare un'ostruzione significativa delle vie aeree all'interno della cavità nasale o dei seni e persino portare a completa ostruzione nasale.

Attualmente, la maggior parte della chirurgia sinusale viene eseguita utilizzando apparecchiature endoscopiche ed è definita come chirurgia funzionale endoscopica dei seni paranasali. L'antrostomia intranasale e la chirurgia di Caldwell-Luc, che hanno fornito l'accesso ai seni mascellari, sono per lo più sostituite da interventi endoscopici funzionali sui seni paranasali.

Anestesia locale o generale

Alcune operazioni sul naso possono essere eseguite in anestesia locale con o senza sedazione, mentre altre solitamente richiedono anestesia generale. La scelta a favore dell'anestesia generale o locale dipende da fattori legati al paziente, dalla durata, dalla localizzazione dell'accesso e dalla complessità dell'intervento. Tipicamente, l'anestesia locale è adatta per operazioni sulle sezioni anteriori del setto nasale, settoplastica, turbinectomia, cauterio, semplice polipectomia e correzione di fratture semplici delle ossa nasali. Per interventi più complessi e di lunga durata, tra cui chirurgia sinusale, rinoplastica, septorhinoplasty, chirurgia nasolacrymal, interventi del seno frontale, sezioni anteriori della base del cranio e resezione cranio-facciale, è preferibile l'anestesia generale. Durante questi interventi, il movimento del paziente in anestesia locale in fasi critiche dell'operazione può avere gravi conseguenze, portando alla cecità, danni all'arteria carotide e alla penetrazione del cranio.

I bambini piccoli tendono a posizionare corpi estranei nella cavità nasale. Alcuni articoli, come piccole batterie, possono corrodere la mucosa nasale e il setto nasale e richiedono una rimozione immediata. Nei bambini che non sono in grado di cooperare, i tentativi di rimuovere un corpo estraneo comportano il rischio di inalazione, pertanto potrebbe essere necessaria un'anestesia generale. Idealmente, la respirazione dovrebbe essere mantenuta per ridurre il rischio che un corpo estraneo entri nel tratto respiratorio inferiore.

La valutazione preoperatoria e anestetica dovrebbe essere la stessa per l'anestesia locale e generale. Studi speciali dovrebbero essere condotti sul tema dell'apnea ostruttiva del sonno, sulla possibilità di creare una pressione positiva costante nelle vie aeree attraverso la cavità nasale, una valutazione del sistema cardiovascolare e la possibilità di utilizzare vasocostrittori nasali locali. È necessario chiarire la storia dell'uso di farmaci anti-infiammatori non steroidei. Si dovrebbe tenere a mente la triade di Samter, una combinazione di intolleranza ai FANS con asma e polipi nasali, che può portare a broncospasmo potenzialmente letale.

Vasocostrittori nasali

I vasocostrittori nasali sono comunemente usati per ridurre il sanguinamento dalla mucosa nasale e molti farmaci vengono usati da soli o in combinazione per fornire la vasocostrizione e l'anestesia locale. Alcuni farmaci, come la cocaina, hanno proprietà anestetiche e vasocostrittori locali, mentre altri, come la lidocaina, hanno solo proprietà anestetiche locali. I vasocostrittori più comunemente utilizzati sono cocaina, epinefrina e fenilefrina. La cocaina è usata da sola e in combinazione con epinefrina. La fenilefrina è usata in combinazione con lidocaina e la lidocaina è usata in combinazione con epinefrina.

La cocaina ha un rapido inizio di azione e pronunciato proprietà vasocostrittore. Piccole dosi hanno un effetto vagotonico, portando ad una diminuzione della frequenza cardiaca, mentre un aumento della concentrazione di droga nel sangue provoca tachicardia, ipertensione, tachicardie ventricolari e depressione miocardica diretta. Qualsiasi di queste manifestazioni può causare:

Gli effetti cardiovascolari della cocaina sono dovuti alla sua capacità di bloccare la ricaptazione della norepinefrina nelle terminazioni nervose simpatiche e di potenziare l'attività simpatica. La cocaina non deve essere utilizzata in pazienti con una storia di infarto miocardico, cardiopatia ischemica, insufficienza cardiaca congestizia, aritmie e ipertensione, oltre a prendere inibitori delle monoaminossidasi.

La cocaina viene utilizzata come vasocostrittore nasale localmente sotto forma di soluzione, pasta, gel o spray. La dose massima raccomandata di cocaina è di una dose massima di 200 mg. È difficile determinare la dose quando si utilizza una pasta o un gel, quindi il loro uso non è raccomandato.

Soluzioni di cocaina sono disponibili in varie concentrazioni, dallo 0,5% al ​​20%, ma non è richiesto l'uso di soluzioni con una concentrazione superiore al 4%. L'aggiunta di adrenalina alla soluzione di cocaina, 1 mg, viene utilizzata per fornire ulteriore vasocostrizione e per ridurre l'assorbimento della cocaina. In uno studio, le concentrazioni plasmatiche di cocaina sono state confrontate in 30 adulti in due gruppi, uno dei quali utilizzato epinefrina e l'altro no. I livelli plasmatici di cocaina erano significativamente più bassi nel gruppo epinefrina. Tuttavia, è stato anche osservato che in due pazienti nel gruppo della cocaina e dell'epinefrina sono state osservate concentrazioni plasmatiche insolitamente elevate, sebbene i loro valori fossero inferiori al livello associato alle manifestazioni tossiche. Le ragioni di questo assorbimento unicamente rapido sono sconosciute, sebbene si presuma che alcuni pazienti sperimentino un indebolimento della vasocostrizione mediata da adrenalina, il che spiega questo fenomeno.

La fenilefrina è un potente agonista α-adrenergico ed è usato come vasocostrittore locale da solo o in combinazione con lidocaina. Le linee guida per la somministrazione topica di fenilefrina in sala operatoria raccomandano quanto segue:

La dose iniziale di fenilefrina non deve superare 0,5 mg, nei bambini di peso inferiore a 25 kg, non deve essere superiore a 20 μg / kg.

La pressione arteriosa e il monitoraggio degli impulsi devono essere attentamente monitorati.

La dose deve essere somministrata con una siringa graduata sotto la supervisione di un medico.

L'anestesista deve essere a conoscenza di tutti i farmaci che il paziente riceve.

Il trattamento dell'ipertensione severa con vasodilatatori diretti o antagonisti degli adrenorecettori deve essere effettuato immediatamente.

L'uso di β-bloccanti e calcio antagonisti dovrebbe essere evitato. Possono ridurre la gittata cardiaca e causare edema polmonare.

Quando si usano i bloccanti β-adrenergici per il trattamento dell'ipertensione, deve essere valutata la necessità di somministrare glucagone per neutralizzare la diminuzione della contrattilità miocardica.

Tratto respiratorio

Praticamente con tutti gli interventi chirurgici nella zona nasale vi è una potenziale minaccia di sangue o secrezioni nel tratto respiratorio inferiore, quindi è importante che l'anestesista identifichi prontamente e prenda misure per prevenire queste condizioni. Un blocco significativo dei passaggi nasali può rendere difficile la ventilazione della maschera facciale, quindi potrebbe essere necessario un condotto orale. Il mantenimento delle vie aeree nei pazienti obesi in combinazione con la sindrome dell'apnea ostruttiva del sonno e il blocco dei passaggi nasali merita particolare attenzione.

Tubo endotracheale o maschera laringea flessibile

La scelta tra il tubo endotracheale e il flessibile LM nelle operazioni nell'area del naso dipende dall'esperienza dell'anestesista, dalla durata dell'intervento e dai fattori associati al paziente. L'uso di LM flessibile nella chirurgia del naso è una direzione avanzata del suo uso. Tuttavia, se la dimensione è errata, l'installazione non corretta o il posizionamento della maschera, con il suo spostamento o il risveglio incompleto del paziente, esiste un potenziale rischio di ostruzione delle vie aeree e ingresso di sangue nel tratto respiratorio inferiore.

Per ridurre il rischio di infiltrazione di sangue nel tratto respiratorio inferiore, viene spesso utilizzato un tubo endotracheale del tipo "Sud" o un tubo rinforzato in combinazione con un tampone faringeo. I vantaggi dell'utilizzo del tubo endotracheale sono la facilità d'uso e la capacità di proteggere il tratto respiratorio durante la ventilazione a pressione positiva e la ventilazione spontanea.

A prima vista, sembra che il tubo endotracheale sia più efficace per proteggere il tratto respiratorio rispetto a un LM flessibile, grazie al migliore contatto della cuffia del tubo tracheale con le pareti della trachea; questo, tuttavia, potrebbe non essere il caso. Il polsino del tubo tracheale si trova sotto lo spazio glottide e podskladochnogo, quindi il sangue può scorrere lungo il rinofaringe, bypassando il tampone faringeo, sulla superficie esterna del tubo endotracheale al livello delle corde vocali e dello spazio podskladnogo. Al contrario, un LM flessibile installato correttamente chiude e protegge lo spazio di pre-folding e sub-storage, e il sangue viene distribuito lateralmente nelle tasche a forma di pera e nello spazio dietro la cartilagine cricoide.

Un confronto diretto della contaminazione del tratto respiratorio inferiore mediante un esame a fibre ottiche alla fine di una procedura chirurgica dimostra che l'uso di una maschera laringea da parte di un anestesista esperto porta a sangue meno spesso nel tratto respiratorio rispetto a un tubo endotracheale. Il flessibile LM protegge efficacemente la glottide e l'albero tracheobronchiale dalla penetrazione del sangue durante le operazioni nella zona del naso e dei seni e può fornire in molti aspetti una migliore protezione della trachea e dei bronchi rispetto al tubo endotracheale.

estubazione

L'estrazione del tubo endotracheale viene di solito eseguita con il paziente completamente in risveglio o sullo sfondo dell'anestesia profonda e l'estrazione di un LM flessibile viene eseguita quando il paziente può aprire la bocca a comando. Nelle procedure chirurgiche intranasali, l'estubazione del paziente nella mente comporta la rimozione del tubo endotracheale nel caso in cui il paziente esegua comandi e faccia mirati tentativi di rimuovere il tubo. Il vantaggio dell'estubazione del paziente nella mente durante interventi chirurgici sulle strutture del naso è la capacità del paziente risvegliato di controllare indipendentemente le vie respiratorie sullo sfondo del ripristino dei riflessi faringei e di garantire la loro protezione da un'ulteriore penetrazione di sangue e secrezione. Gli svantaggi sono l'alta incidenza di laringospasmo, tosse, reazioni motorie al tubo, desaturazione dell'ossiemoglobina e un aumentato rischio di sanguinamento.

L'estubazione sullo sfondo dell'anestesia profonda viene utilizzata come tentativo di migliorare le condizioni di risveglio del paziente, tuttavia nella chirurgia del naso questo lascia le vie respiratorie non protette. Dopo l'intervento chirurgico, i passaggi nasali sono spesso ostruiti e il paziente diventa dipendente dal flusso d'aria attraverso l'orofaringe. In pratica, può essere estremamente difficile mantenere la pervietà delle vie aeree dopo l'estubazione sullo sfondo dell'anestesia profonda in pazienti con apnea ostruttiva del sonno in posizione laterale.

Il risveglio di un paziente con LM fornisce protezione del tratto respiratorio inferiore dall'ingresso di sangue dalla faringe e migliori condizioni di eccitazione rispetto all'estubazione del paziente in coscienza o sullo sfondo dell'anestesia profonda. L'estubazione del paziente in coscienza, rispetto al risveglio quando si utilizza un LM flessibile, è stata accompagnata da tosse eccessiva con alto rischio di sanguinamento, aumento della desaturazione dell'ossiemoglobina immediatamente dopo l'estubazione, ritardo nel trasferimento del paziente dalla sala operatoria e aumento del rischio di desaturazione dell'ossiemoglobina dopo che il paziente è entrato nel reparto dopo l'anestesia. In confronto con la rimozione del LM flessibile, l'estubazione sullo sfondo dell'anestesia profonda è stata accompagnata da un'aumentata frequenza di tosse, laringismo e desaturazione dell'ossiemoglobina immediatamente dopo l'estubazione. Il LM flessibile era migliore in termini di creazione di condizioni ottimali per il risveglio e la piena protezione del tratto respiratorio dopo chirurgia intranasale rispetto al tubo endotracheale.

Coagulo coroner

Il tampone faringeo viene spesso installato attorno al tubo endotracheale per assorbire il sangue, limitare il sangue dal rinofaringe all'orofaringe e prevenire l'accumulo di "immondizia" chirurgica nell'ipofaringe. Alla fine della procedura chirurgica, il tampone deve essere rimosso con cura e la sua estrazione deve essere registrata. Ogni paziente dovrebbe essere laringoscopia e faringoscopia, nonché un esame approfondito della cavità orale e sezioni nasali posteriori. L'esame include laringoscopia standard seguita da flessione del collo, che promuove il movimento di qualsiasi coagulo oltre i limiti del palato molle e osservazione diretta diretta dell'avanzamento del catetere di aspirazione dietro al palato molle. Qualsiasi coagulo lasciato nelle regioni posteriori può essere aspirato dopo la rimozione del tubo endotracheale e portare a completa ostruzione delle vie aeree e morte - quindi è stato chiamato il "coagulo coronarico".

Potrebbe Piacerti Anche