La struttura della cavità nasale e dei seni

Il naso umano è l'organo della respirazione e dell'olfatto. Nelle donne, di solito è più largo che negli uomini, ma, di regola, più corto. La struttura generale della cavità nasale non ha differenze di genere. Il naso di una persona svolge le seguenti funzioni: riscalda le correnti d'aria dall'esterno, ritarda la penetrazione di polvere e microbi nei polmoni, risuona la voce ed è direttamente coinvolto nella distinzione degli odori.

Per poter immaginare correttamente la malattia del naso, è necessario conoscere la sua struttura. Il naso è la sezione iniziale del tratto respiratorio superiore.

L'anatomia del naso umano è la seguente: il naso esterno e la cavità nasale, insieme ai seni paranasali. Il naso esterno, che ha l'aspetto di una piramide triedrale irregolare, è formato da parti cartilaginose, ossee e molli. La sua estremità superiore, a partire dalla fronte, è la radice del naso; in basso e di fronte è la parte posteriore del naso, che termina con il cosiddetto coccige del naso. La struttura delle ali del naso è rappresentata dal convesso laterale e dalle superfici mobili del naso. I loro bordi liberi inferiori formano le narici.

Anatomia umana: ossa del naso

La storia della struttura del naso e dei seni paranasali dovrebbe iniziare con la sua posizione. Dall'alto, la cavità nasale confina con la cavità cranica, verso il basso - dalla cavità orale e sui lati - dalle prese. Il setto nasale divide la cavità a metà. Ogni metà apre le narici. La cavità nasale è comunicata posteriormente con la parte superiore della faringe mediante due aperture nasali posteriori a forma ovale situate l'una accanto all'altra, chiamate joan.

Guarda la foto della struttura del naso: la parte ossea posteriore superiore del setto nasale è costituita da un vomere e una piastra perpendicolare dell'osso etmoidale, e la cartilagine anteriore è costituita da cartilagine quadrangolare.

Il muro esterno della cavità nasale, chiamato anche lato, è il più complesso. Consiste dell'osso nasale, così come il processo frontale e la superficie nasale del corpo mascellare superiore, l'osso palatino, l'osso etmoide, l'osso lacrimale, i processi pterigoideo dell'osso principale.

Sulla parete esterna della cavità nasale ci sono tre gusci che dividono la cavità nasale nei passaggi nasali superiore, medio e inferiore. Sotto il guscio inferiore si trova l'apertura del dotto nasale. Attraverso aperture speciali nel passaggio nasale centrale, i seni paranasali si aprono. Il più grande di loro - mascellari o mascellari. Si trova nel corpo della mascella superiore.

Il seno frontale e le cellule anteriori del labirinto etmoide si trovano nella scala dell'osso frontale. Le cellule posteriori del labirinto etmoide, così come il seno principale, hanno una connessione con il passaggio nasale superiore.

Il piatto setaccio dell'osso etmoide nell'anatomia del naso forma il cosiddetto tetto della cavità nasale. La sua inclinazione anteriore è formata dalle ossa nasali e il posteriore dalla parete antero-posteriore del seno principale.

Il fondo della cavità nasale nella parte anteriore è composto dai processi palatali della mascella superiore e nella parte posteriore è costituito da placche orizzontali delle ossa palatali. L'intera cavità nasale è rivestita di membrana mucosa, che è ricoperta da un epitelio cilindrico cilindrico multistrato. Il movimento dei peli è diretto all'indietro verso i hoan.

Mucosa del naso

Parlando della struttura del naso della persona, si dovrebbe prestare particolare attenzione alla membrana mucosa del passaggio nasale superiore. Insieme con le aree adiacenti della mucosa del setto nasale e la parte superiore del guscio medio, è rivestito con un epitelio sensibile specifico. In esso le terminazioni periferiche dei rami del ramo nervoso olfattivo. Questa zona della mucosa è chiamata regione olfattiva. Il resto della mucosa nasale è chiamata regione respiratoria. È rivestito con epitelio cilindrico multistrato.

Lo spessore della mucosa nasale nelle diverse aree è diverso. Le ghiandole mucose più sottili e povere sono le membrane mucose dei seni paranasali. La più spessa è la mucosa delle conchiglie. A causa dell'abbondanza di reti venose dense nello strato sottomucoso, forme di tessuto cavernoso o cavernoso in alcuni punti. È più sviluppato nel turbinato inferiore, così come lungo il bordo del centro e alle estremità posteriori del guscio inferiore e medio.

Diverse curvature del setto nasale, così come altre patologie che si sviluppano nella cavità nasale, portano alla comparsa di varie malattie.

Caratteristiche della struttura del naso umano

L'aria, inalata dall'uomo dall'ambiente, deve essere riscaldata e pulita dalla polvere e da altre microparticelle prima che entri nei polmoni. Questa funzione viene eseguita dal naso umano, che ha le sue caratteristiche strutturali, che determina la funzionalità del rinofaringe. La corretta struttura del naso gioca un ruolo importante nella relazione del corpo umano con l'ambiente.

In cosa consiste il naso?

L'anatomia del naso è abbastanza semplice, questo organo consiste nella parte esterna e nella cavità nasale. Svolge molte funzioni - difensive, risonanti, olfattive e altre.

Dipartimento all'aperto

La parte esterna del naso è composta da due ossa, è da loro che si forma la parte superiore posteriore di questo organo, la sua parte inferiore è costituita da cartilagini che formano la base delle ali e la punta del naso. A volte, tuttavia, questo organo può avere una struttura leggermente diversa, può essere determinato solo con l'aiuto della risonanza magnetica del naso.

Sulla base del fatto che i seni nasali si trovano abbastanza profondamente, non è possibile studiarli con altri metodi. Nel processo di risonanza magnetica, vengono rilevati cambiamenti nella struttura e nei tessuti nelle prime fasi dello sviluppo di patologie.

La cartilagine forma un paio di pareti laterali, ali del naso, narici, setto nasale. Le ossa e le cartilagini che compongono la parte esterna dell'organo sono coperte sulla parte superiore della pelle, costituita da ghiandole sebacee, capillari e fibre nervose. Dai due lati delle ali del naso ci sono i fori - le narici, è attraverso di loro che l'aria entra nei polmoni.

Seni perineali

Intorno al naso sono i seni paranasali, sono necessariamente strettamente collegati alla cavità nasale. C'è una classificazione in base alla quale si distinguono quattro seni pneumatici: mascellare, cellule del labirinto etmoide, frontale, a forma di cuneo. Una risonanza magnetica dei seni permette agli specialisti di condurre un esame approfondito di tutti i seni con la massima precisione. Con l'aiuto di tale diagnosi, le patologie possono essere identificate in una fase precoce del loro sviluppo, oppure possono essere prevenute.

Inoltre, i seni paranasali sono divisi in anteriore e posteriore. La divisione di questi componenti del naso umano è conveniente, prima di tutto, per i medici in quanto le patologie dei seni anteriori e posteriori sono diverse. Usando la risonanza magnetica dei seni, è possibile rintracciare queste differenze, tuttavia, nel caso del verificarsi di fenomeni patologici nei seni paranasali. Come mostra la pratica medica, la malattia dei seni posteriori è molto meno comune rispetto alla parte anteriore.

È importante conoscere alcune caratteristiche della struttura del naso di una persona immediatamente dopo la sua nascita e allo stadio di formazione di questo organo dell'apparato respiratorio. È noto che i bambini hanno solo due seni - il labirinto mascellare ed etmoide. Tuttavia, questi seni paranasali sono rappresentati da rudimenti, sono allo stadio di sviluppo. Nei bambini, tutti i passaggi nasali sono significativamente più stretti rispetto agli adulti, il che spiega l'osservazione periodica della difficoltà a respirare nei bambini.

Cavità nasale

La cavità nasale svolge la funzione principale: la purificazione dell'aria dalla polvere e particelle estranee. All'entrata ci sono dei piccoli peli che svolgono una funzione protettiva. La struttura del naso fornisce una protezione affidabile delle vie respiratorie, in quanto protegge il corpo anche del muco, che è secreto dalle ghiandole calice.

In assenza di patologie, il muco delle ghiandole caliciformi è dotato di proprietà antisettiche, grazie alle quali è in grado di distruggere i batteri patogeni che entrano nella cavità nasale. Inoltre, questo muco elimina la possibilità di aria troppo fredda e secca nel corpo.

La cavità nasale è composta da quattro pareti:

L'anatomia del naso comprende anche una piccola area composta da più vasi sanguigni, per questo motivo, gli epistassi si trovano spesso in quest'area. L'osso e il setto cartilagineo dividono la cavità nasale in due parti approssimativamente uguali, in alcuni casi, quando si riceve una lesione o nel processo di formazioni voluminose, può verificarsi una curvatura del setto nasale, che di solito viola la respirazione.

In caso di qualsiasi violazione, la risonanza magnetica aiuterà a individuare i processi patologici, con il suo aiuto uno specialista può notare eventuali cambiamenti nella struttura del rinofaringe. Nei casi in cui il medico non può vedere tutti i seni, possono essere utilizzati ulteriori metodi diagnostici come i raggi X o la tomografia computerizzata.

Se ha domande da porre al medico, si prega di chiedere loro nella pagina di consultazione. Per fare ciò, fare clic sul pulsante:

Naso. Anatomia e fisiologia degli organi ENT

Il naso - la sezione iniziale del tratto respiratorio superiore - è costituito da tre parti.

I tre componenti del naso

  • naso esterno
  • cavità nasale
  • seni paranasali che comunicano con la cavità nasale attraverso aperture strette

Aspetto e struttura esterna del naso esterno

Naso esterno

Il naso esterno è una formazione osso-cartilaginea, ricoperta di muscoli e pelle, in apparenza simile a una piramide triedrale a forma irregolare.

Le ossa nasali sono la base accoppiata del naso esterno. Attaccati al naso dell'osso frontale, essi, unendosi l'un l'altro nel mezzo, formano la parte posteriore del naso esterno nella sua parte superiore.

La parte cartilaginea del naso, essendo una continuazione dello scheletro dello scheletro, è saldamente attaccata a quest'ultimo e forma le ali e la punta del naso.

L'ala del naso, oltre alla più grande cartilagine, comprende formazioni di tessuto connettivo, da cui si formano le sezioni posteriori delle aperture nasali. Le divisioni interne delle narici sono formate dalla parte mobile del setto nasale, la columella.

Copertura della pelle e dei muscoli. La pelle del naso esterno ha molte ghiandole sebacee (principalmente nel terzo inferiore del naso esterno); un gran numero di peli (sulla soglia del naso), eseguendo una funzione protettiva; così come l'abbondanza di capillari e fibre nervose (questo spiega il dolore delle lesioni del naso). I muscoli del naso esterno sono progettati per comprimere le aperture nasali e tirare le ali del naso verso il basso.

Cavità nasale

L'entrata "porta" delle vie respiratorie, attraverso la quale passa l'aria inspirata (ed anche espirata), è la cavità nasale - lo spazio tra la fossa cranica anteriore e la cavità orale.

La cavità nasale, divisa dal setto nasale osteo-cartilaginoso nelle metà destra e sinistra e comunicante con l'ambiente esterno attraverso le narici, ha anche aperture posteriori - le choane che portano al nasopharynx.

Ogni metà del naso è composta da quattro pareti. Il muro di fondo (in basso) sono le ossa di un palato duro; la parete superiore è un osso sottile, piatto simile al setaccio, attraverso il quale passano i rami e le navi del nervo olfattivo; il muro interno è il setto nasale; la parete laterale, formata da varie ossa, ha le cosiddette conchiglie del naso.

Concas nasali (inferiore, medio e superiore) dividono le metà destra e sinistra della cavità nasale in passaggi nasali contorti - superiore, medio e inferiore. Nei passaggi nasali superiore e medio ci sono piccole aperture attraverso le quali la cavità nasale comunica con i seni paranasali. Nel passaggio nasale inferiore si trova l'apertura del canale lacrimale-nasale, attraverso il quale le lacrime scorrono nella cavità nasale.

Tre aree della cavità nasale

  • soglia
  • area respiratoria
  • regione olfattiva

Ossa di base e cartilagini del naso

Molto spesso, il setto nasale è storto (soprattutto negli uomini). Ciò porta a difficoltà di respirazione e, di conseguenza, - intervento chirurgico.

Il vestibolo è delimitato dalle ali del naso, il cui bordo è rivestito da una striscia di pelle di 4-5 mm, dotata di un gran numero di peli.

La regione respiratoria è lo spazio dal fondo della cavità nasale al bordo inferiore del turbinato medio, rivestito da una membrana mucosa formata da una moltitudine di cellule caliciformi che secernono muco.

Il naso di una persona semplice può distinguere circa diecimila odori, mentre un assaggiatore ha molto di più.

Lo strato superficiale della membrana mucosa (epitelio) ha ciglia speciali con movimento ciliato diretto verso il choanale. Sotto la membrana mucosa del concha nasale, vi è un tessuto costituito da un plesso vascolare, che contribuisce al gonfiore istantaneo della mucosa e al restringimento dei passaggi nasali sotto l'influenza di stimoli fisici, chimici e psicogeni.

Il muco nasale, che ha proprietà antisettiche, distrugge un enorme numero di microbi che stanno cercando di entrare nel corpo. Se ci sono molti microbi, aumenta anche il volume del muco, che porta a un naso che cola.

Un naso che cola è la malattia più comune al mondo, motivo per cui è anche elencato nel Guinness dei primati. In media, un adulto ha un mal di testa fino a dieci volte l'anno, e in tutta la sua vita trascorre fino a tre anni con un naso chiuso.

La regione olfattiva (organo olfattivo), dipinta in marrone giallastro, occupa parte del passaggio nasale superiore e parte posteriore del setto; il suo bordo è il bordo inferiore del turbinato medio. Questa zona è rivestita con cellule recettoriali olfattive contenenti epitelio.

Le cellule olfattive sono a forma di fuso e terminano sulla superficie della mucosa con vescicole olfattive dotate di ciglia. L'estremità opposta di ogni cellula olfattiva continua nella fibra nervosa. Tali fibre, che si connettono in fasci, formano nervi olfattivi (io coppia). Le sostanze odorose, entrando nel naso insieme all'aria, raggiungono i recettori olfattivi per diffusione attraverso il muco che ricopre le cellule sensibili, interagiscono chimicamente con loro e causano loro eccitazione. Questa eccitazione attraverso le fibre del nervo olfattivo entra nel cervello, dove si distinguono gli odori.

Durante il pasto, le sensazioni olfattive completano il gusto. Al freddo, il senso dell'olfatto è offuscato e il cibo sembra insapore. Con l'aiuto dell'olfatto, l'odore delle impurità indesiderate nell'atmosfera viene catturato, mentre a volte è possibile distinguere tra cibo di scarsa qualità e cibo adatto.

I recettori olfattivi sono molto sensibili agli odori. Per eccitare un recettore, è sufficiente che sia influenzato solo da alcune molecole odorose.

La struttura della cavità nasale

  • I nostri fratelli minori - gli animali - più che umani, non sono indifferenti agli odori.
  • E gli uccelli, i pesci e gli insetti odorano a grande distanza. Le petroliere, gli albatros, le persone sciocche possono sentire l'odore del pesce a una distanza di 3 km o più. È confermato che i piccioni trovano la loro strada attraverso gli odori, volando per molti chilometri.
  • Per le talpe, l'olfatto supersensibile è la guida sicura ai labirinti sotterranei.
  • Gli squali sentono l'odore del sangue nell'acqua anche ad una concentrazione di 1: 100 000 000.
  • Si ritiene che il più acuto senso dell'olfatto nella falena ordinaria maschile.
  • Le farfalle non siedono quasi mai sul primo fiore: annusate, cerchiate intorno all'aiuola. Molto raramente le farfalle sono attratte dai fiori velenosi. Se ciò accade, la "vittima" si siede vicino alla pozza e beve molto.

Seni okolonosovy (accessorio)

I seni accessori (sinusite) sono cavità aeree (accoppiate) situate nella parte facciale del cranio attorno al naso e comunicano con la sua cavità attraverso le aperture di deflusso (fistole).

Il seno mascellare - il più grande (il volume di ciascun seno è di circa 30 cm 3) - si trova tra il bordo inferiore delle orbite e la dentatura della mascella superiore.

Sulla parete interna del seno, al confine con la cavità nasale, c'è una fistola che conduce al passaggio nasale medio della cavità nasale. Poiché il buco è quasi sotto il "tetto" del seno, complica il deflusso dei contenuti e contribuisce allo sviluppo di processi infiammatori congestizi.

La parete anteriore o facciale del seno ha una depressione chiamata fossa canina. In questa zona, il seno viene solitamente aperto durante l'intervento chirurgico.

La parete superiore del seno allo stesso tempo è la parete inferiore dell'orbita. Il fondo del seno mascellare è molto vicino alle radici dei denti superiori posteriori, al punto che a volte la membrana mucosa ei denti sono separati solo dalla mucosa e questo può portare all'infezione sinusale.

Il seno di Gaymor ha preso il nome dal medico inglese Nathaniel Gaymor, che per primo descrisse la sua malattia.

Posizione dei seni paranasali

La spessa parete posteriore delle cellule del bordo del seno del labirinto etmoide e il seno sfenoidale.

Il seno frontale si trova nello spessore dell'osso frontale e ha quattro pareti. Con l'aiuto di un sottile canale sinuoso che si apre nella parte anteriore del passaggio nasale medio, il seno frontale comunica con la cavità nasale. La parete inferiore del seno frontale è la parete superiore dell'orbita. Il muro mediano separa il seno frontale sinistro da destra, la parete posteriore - il seno frontale dal lobo frontale del cervello.

Il seno etmoidale, chiamato anche "labirinto", si trova tra l'orbita e la cavità nasale e consiste di cellule ossee pneumatiche separate. Ci sono tre gruppi di cellule: la parte anteriore e quella centrale, l'apertura nel passaggio nasale centrale, e la parte posteriore, che si apre nel passaggio nasale superiore.

Il seno sfenoidale (principale) giace in profondità nel corpo dell'osso sfenoidale (principale) del cranio, diviso da un setto in due metà separate, ognuna delle quali ha un'uscita indipendente dal passaggio nasale superiore.

Alla nascita, una persona ha solo due seni: il labirinto mascellare ed etmoide. I seni frontali e sfenoidali nei neonati sono assenti e iniziano a formarsi solo da 3-4 anni. Lo sviluppo finale dei seni termina intorno ai 25 anni.

Funzioni del naso e dei seni paranasali

La complessa struttura del naso assicura che esegua con successo le quattro funzioni assegnate dalla natura.

Funzione olfattiva Il naso è uno dei più importanti organi di senso. Con esso, una persona percepisce tutta la diversità degli odori che lo circondano. La perdita dell'olfatto, non solo impoverisce la tavolozza delle sensazioni, ma è anche irta di conseguenze negative. Dopo tutto, alcuni odori (ad esempio l'odore di gas o prodotti viziati) segnalano il pericolo.

La funzione respiratoria è la più importante. Fornisce ossigeno ai tessuti del corpo, che è necessario per la normale attività vitale e lo scambio di gas nel sangue. Quando la respirazione nasale è difficile, il decorso dei processi ossidativi nel corpo cambia, il che porta alla distruzione del sistema cardiovascolare e nervoso, disturbi del tratto respiratorio inferiore e del tratto gastrointestinale, aumento della pressione intracranica.

Un ruolo importante è giocato dal valore estetico del naso. Spesso, fornendo la normale respirazione nasale e l'odore, la forma del naso dà al suo proprietario un'esperienza significativa, non conforme alle sue idee sulla bellezza. A questo proposito, è necessario ricorrere alla chirurgia plastica, correggendo l'aspetto del naso esterno.

Funzione protettiva L'aria per inalazione, passando attraverso la cavità nasale, viene pulita dalle particelle di polvere. Grandi particelle di peli persistono di polvere che crescono all'ingresso del naso; Parte della polvere e dei batteri, passando con l'aria nei passaggi nasali sinuosi, si deposita sulla membrana mucosa. Le incessanti oscillazioni delle ciglia dell'epitelio ciliato rimuovono il muco dalla cavità nasale del rinofaringe, da dove viene espettorato o ingerito. Batteri intrappolati nella cavità nasale, in gran parte neutralizzati da sostanze contenute nel muco nasale. L'aria fredda, passando attraverso i passaggi nasali stretti e tortuosi, è riscaldata e inumidita dalla membrana mucosa, che è abbondantemente fornita di sangue.

Funzione di risonatore La cavità nasale e i seni paranasali possono essere confrontati con il sistema di altoparlanti: il suono, raggiungendo le loro pareti, aumenta. Il ruolo principale del naso e dei seni nasali gioca nella pronuncia delle consonanti nasali. La congestione nasale provoca il nasalismo in cui i suoni nasali sono pronunciati in modo errato.

Com'è il naso, i seni nasali


L'ambiente comporta un gran numero di rischi e rischi per la salute umana. Pertanto, il corpo è adattato in modo tale da prendere solo ciò di cui ha bisogno, livellando le potenziali minacce con l'aiuto delle funzioni protettive degli organi.

Il naso fornisce l'apporto d'aria, saturo di ossigeno, che svolge una serie di compiti importanti, ad esempio, è coinvolto nell'estrazione di energia da grassi, proteine ​​e carboidrati.

Tuttavia, insieme all'aria, che è una miscela di gas, arriva di più e polvere. Può danneggiare il corpo, quindi deve essere filtrato. La struttura del naso e la sua struttura complessa forniscono la capacità di eseguire questo e altri compiti assegnati a questo corpo. Consiste di tre parti principali:

  • naso esterno;
  • cavità nasale;
  • seni paranasali.

Naso esterno

La parte del naso accessibile all'occhio umano. Il naso esterno è costituito da tessuti ossei e cartilaginei, nonché da muscoli protetti dalla pelle. L'osso nasale appaiato, che ha una forma quadrangolare e leggermente allungata, proviene dall'osso frontale. Forma la parte posteriore del naso esterno. Il tessuto cartilagineo si adatta strettamente all'osso e forma le ali del naso e la sua punta.

La pelle del naso è diversa da quella di altre aree del viso, come la fronte o le guance. Sono pieni di ghiandole secernenti esterne, la maggior parte delle quali si trovano nella parte inferiore dell'organo.

Cavità nasale


È una cavità collegata al rinofaringe, attraverso la quale l'aria penetra nel tratto respiratorio. A causa del fatto che l'aria entra nella faringe, una persona può respirare attraverso la bocca, perché è una parte comune del sistema respiratorio e digestivo. Tuttavia, vale la pena respirare con la bocca solo in casi estremi, perché la struttura del naso fornisce la necessaria pulizia dell'aria, il suo inumidimento e riscaldamento.

La cavità nasale è costituita da due parti, formate dal setto, che la divide in due aree uguali - sinistra e destra. Le narici localizzate all'esterno sono in contatto solo con l'ambiente, e la connessione con il nasopharynx è fornita dalle choanas - le aperture nasali interne.

Ci sono tre turbinati situati uno sopra l'altro. Grazie a loro, si formano dei passaggi nasali sinuosi attraverso i quali circola l'aria.

Anche la cavità nasale è divisa in tre zone:

  1. Il vestibolo è rappresentato dalle ali del naso. Qui ci sono le cellule dell'epitelio ciliare, che trattengono le particelle di polvere e le rimuovono nell'ambiente esterno. Secondo le osservazioni degli scienziati, i cittadini hanno una vegetazione molto più abbondante all'interno del naso rispetto agli abitanti del villaggio. Ciò è dovuto al fatto che l'aria nella città è satura di gas di scarico e altri fumi industriali, rispettivamente, ci vuole più sforzo per pulirlo, il che ha portato a questo adattamento del corpo umano;
  2. La zona respiratoria è compresa nell'intervallo tra la parte inferiore della cavità e il turbinato centrale, esclusa la stessa. C'è il muco nasale, che svolge un'importante funzione protettiva. Con l'aria, non solo la polvere entra nel corpo, ma anche i microrganismi dannosi, molti dei quali portano a una diminuzione dell'immunità e di varie malattie. Se il numero di batteri diventa troppo grande, il muco viene prodotto molto più intensamente. In comune, il processo di cui sopra è chiamato un naso che cola;
  3. L'olfatto si trova in alto dal turbinato medio. Ci sono i recettori olfattivi, il cui numero raggiunge i 40 milioni: le loro cellule sono caratterizzate da una forma allungata allungata, dotata di vescicole olfattive, che sono anche chiamate macis olfattive. Ciascuna mazza di questo tipo contiene circa 10 ciglia mobili. Intercettano le molecole dell'odore e le dirigono al cervello, dove queste vengono processate e riconosciute.

La sensazione del gusto di vari piatti può peggiorare con il raffreddore. Ciò è dovuto al fatto che il lavoro dei recettori olfattivi integra il gusto e la violazione delle loro funzioni causata dai microbi porta a sensazioni incomplete durante il pasto. L'elevata sensibilità dei recettori ai vari tipi di stimoli consente di interpretare gli odori con l'aiuto di diverse molecole.
[ads-pc-1] [ads-mob-1]

Seni paranasali e loro funzioni


Situato nelle ossa del cranio nelle immediate vicinanze del naso e si formano fino alla fine della pubertà - in media fino a 15 anni. I seni accessori sono di quattro tipi:

  1. I frontali sono i più grandi di tutti, sono nella zona tra le sopracciglia. Apparire solo all'età di 3-4 anni;
  2. Reticolo - così chiamato a causa della sua struttura, formata tra le orbite e la cavità nasale. Formata alla nascita;
  3. A forma di V - diviso da un setto in due parti uguali, si trova in profondità nell'osso del cranio con lo stesso nome. Una persona acquisisce un seno a forma di cuneo dopo 3-4 anni di vita;
  4. Haymor - occupano quasi l'intera regione dell'osso mascellare, quindi sono anche chiamati mascellari. L'uomo li ha posseduti sin dalla nascita.

I seni accessori svolgono una serie di importanti funzioni che garantiscono il corretto trattamento dell'aria. Essi idratano e riscaldano prima che sia nei polmoni, svolgendo il ruolo di filtri aggiuntivi. Quando nel processo di respirazione nel naso sono piccoli oggetti estranei, l'irritazione della mucosa attiva il riflesso dello starnuto, progettato per liberare le vie respiratorie.
[ads-pc-1] [ads-mob-1]

Anatomia del naso umano

Il naso umano è un organo sensoriale e respiratorio che svolge una serie di importanti funzioni legate alla fornitura di tessuti con ossigeno, formando la parola, riconoscendo gli odori e proteggendo il corpo da fattori esterni negativi. Successivamente, daremo un'occhiata più da vicino alla struttura del naso di una persona e risponderemo alla domanda sul perché è necessario un naso.

Contenuto dell'articolo

Struttura e funzioni generali

Questa è una parte unica del corpo umano. In natura, non ci sono esseri viventi con un tale modello di naso. Anche i parenti più stretti delle persone - le scimmie - sono molto diversi sia nell'aspetto che nella struttura interna, e nei principi del suo lavoro. Molti scienziati collegano il modo in cui il naso funziona e le peculiarità dello sviluppo dell'organo di senso con la postura eretta e lo sviluppo della parola.

Il naso esterno può variare notevolmente a seconda del sesso, della razza, dell'età, delle caratteristiche individuali. Di regola, nelle donne è più piccolo, ma più largo che negli uomini.

In gruppi di nazioni europee, il leptorium (organo a senso stretto e ad alto senso) è più comune, i rappresentanti della razza negroide, gli indigeni australiani e i melanesiani hanno l'hamerinia (più ampia). Tuttavia, l'anatomia interna e la fisiologia del naso sono le stesse per tutte le persone.

Il naso umano è la parte iniziale del sistema respiratorio superiore. Consiste di tre segmenti principali:

  • cavità nasale;
  • area esterna;
  • vuoti avventizi che comunicano con la cavità usando canali sottili.

Le funzioni più importanti del naso, che danno la risposta alla domanda sul perché una persona ha bisogno di un naso:

  • Respirazione. Fornire ai tessuti corporei la necessaria quantità di ossigeno. La particolarità della struttura del naso di una persona è tale che solo attraverso di lui la quantità di ossigeno sufficiente per il pieno funzionamento dei sistemi principali del corpo a scorrere. È dimostrato che durante la respirazione attraverso la bocca viene erogato solo il 78% del volume richiesto di miscela d'aria.
  • Controllato termostaticamente Riscaldamento del flusso di aria fredda che entra nel sistema respiratorio attraverso la sua separazione, creando turbolenza turbolenta e trasferimento di calore rapido da numerosi vasi sanguigni. Questo processo evita l'ipotermia della faringe e del cervello e assicura anche la conservazione dell'aria riscaldata.
  • Idratante. Il flusso secco è saturo di umidità per evaporazione delle secrezioni dai tessuti dell'epitelio ciliato, questo può richiedere fino a 0,5 litri di umidità al giorno in condizioni normali e fino a 2 litri durante i processi infiammatori.
  • Protettivo. Filtrazione dell'aria in entrata per rimuovere germi e polvere. I peli trattengono particelle più grandi, piccole particelle sospese sono legate da muco e successivamente vengono evacuate. Enzimi (mucina, lisozima) contenuti nel segreto, riducono il numero di microrganismi nell'aria che respiriamo 10 volte. Quando sono irritati, le mucose della cavità vengono pulite da starnuti e lacrimazione pesante.
  • Risonatore. Partecipazione alla formazione del discorso, creando una risonanza della voce, dandole caratteristiche individuali, tono, tono e sonorità. In violazione dell'anatomia nasale della voce diventa nasale.
  • Olfattiva. Riconoscimento di odori con cellule olfattive. Promuove la secrezione di saliva e succo gastrico. Perdendo gradualmente la sua importanza vitale per le persone.

La struttura della parte esterna

Il naso esterno si trova sulla parte esterna del viso, chiaramente visibile e ha l'aspetto di una piramide triangolare irregolare. La sua forma è creata da tessuti ossei, morbidi e cartilaginei.

La sezione ossea (schiena, radice) è formata da ossa nasali accoppiate, che sono collegate ai processi nasali dell'osso frontale e ai processi frontali del mascellare adiacente al lato. Crea uno scheletro osseo stazionario a cui è attaccata una sezione cartilaginea mobile, i cui componenti sono:

  • La cartilagine laterale accoppiata (cartilago nasi lateralis) ha la forma di un triangolo, è coinvolta nella creazione dell'ala e della schiena. Il suo orlo posteriore confina con l'inizio dell'osso nasale (c'è spesso un truffatore), il bordo interno cresce insieme alla cartilagine del lato opposto con lo stesso nome e il bordo inferiore - al setto nasale.
  • La grande cartilagine dell'ala abbinata (cartilago alaris major) circonda l'ingresso delle narici. È diviso in gambe laterali (crus laterale) e mediale (crus mediale). Le narici spaccate medialmente e formano la punta del naso, laterali, più lunghe e più larghe, formano la struttura delle ali nasali e sono integrate da altre 2-3 piccole cartilagini nelle sezioni posteriori delle ali.

Tutte le cartilagini sono collegate alle ossa e tra di loro da tessuto fibroso e coperte da un pericondrio.

Il naso esterno ha muscoli mimici situati nell'area delle ali, con cui le persone possono restringere ed espandere le narici, alzare e abbassare la punta del naso. Sopra è ricoperto di pelle, in cui ci sono molte ghiandole sebacee e peli, terminazioni nervose e capillari. L'approvvigionamento di sangue è effettuato dai sistemi delle arterie carotidi interne ed esterne attraverso le arterie mascellari esterne e interne. Il sistema linfatico è focalizzato sui linfonodi sottomandibolari e parotidei. Innervazione: dal viso e 2 e 3 rami del nervo trigemino.

A causa della sua posizione evidente, il naso esterno è più spesso sottoposto a correzione da chirurghi plastici, a cui le persone si rivolgono nella speranza di ottenere il risultato desiderato.

La correzione può essere effettuata per allineare la gobba alla giunzione dell'osso e della cartilagine, tuttavia, l'oggetto principale della rinoplastica è la punta del naso. L'operazione nelle cliniche può essere effettuata secondo le esigenze mediche e su richiesta della persona.

Cause comuni di rinoplastica:

  • cambiare la forma della parte superiore dell'organo sensoriale;
  • riduzione della dimensione delle narici;
  • difetti alla nascita e gli effetti delle lesioni;
  • setto curvo e punta asimmetrica del naso;
  • disturbo respiratorio nasale a causa di deformità.

Puoi anche correggere la punta del naso senza un intervento chirurgico, utilizzando speciali fili o riempitivi Aptos a base di acido ialuronico, che vengono iniettati per via sottocutanea.

Anatomia della cavità nasale

La cavità nasale è il segmento iniziale del tratto respiratorio superiore. Anatomicamente situato tra la cavità orale, la fossa cranica anteriore e le prese. Nella parte anteriore esce sulla superficie del viso attraverso le narici, nella parte posteriore - nella sezione faringea attraverso i choan. Le sue pareti interne sono formate da ossa, separate dalla bocca da un palato duro e morbido, diviso in tre segmenti:

  • la soglia;
  • area respiratoria;
  • regione olfattiva.

La cavità si apre con un vestibolo situato vicino alle narici. All'interno del vestibolo è ricoperta da una striscia di pelle larga 4-5 mm, dotata di numerosi peli (soprattutto negli uomini più anziani). I peli sono un ostacolo alla polvere, ma spesso causano bolle a causa della presenza di stafilococchi nei bulbi.

Il naso interno è un organo diviso in due metà simmetriche da una placca ossea e cartilaginea (setto), che è spesso curva (soprattutto negli uomini). Una tale curvatura rientra nell'intervallo di normalità, se non interferisce con la normale respirazione, altrimenti è necessario effettuare la correzione chirurgica.

Ogni metà ha quattro pareti:

  • mediale (interno) - questo è un setto;
  • laterale (esterno) - il più difficile. Consiste di un numero di ossa (palatale, nasale, lacrimale, mascellare);
  • la piastra sigmaide superiore dell'osso etmoide con fori per il nervo olfattivo;
  • parte inferiore della mascella superiore e il processo dell'osso palatino.

Sulla componente ossea del muro esterno su ciascun lato vi sono tre gusci: la parte superiore, la parte centrale (sull'osso etmoidale) e la parte inferiore (l'osso indipendente). In conformità con lo schema dei gusci e passaggi nasali si distinguono:

  • Il fondo è tra il fondo e il fondo del lavandino. Ecco l'uscita del canale lacrimale, attraverso la quale scorre l'occhio nella cavità.
  • Quello centrale è tra i gusci inferiore e medio. Nell'area del divario lunare, descritta per prima dal M.I. Pirogov, in esso si aprono gli sbocchi della maggior parte delle camere accessorie;
  • Superiore: tra il lavandino centrale e quello superiore, situato nella parte posteriore.

Inoltre, c'è un corso comune - uno stretto divario tra i bordi liberi di tutti i lavelli e la partizione. Le mosse sono lunghe e tortuose.

La regione respiratoria è rivestita da una membrana mucosa costituita da cellule caliciformi secretorie. Il muco ha proprietà antisettiche e inibisce l'attività dei microbi, in presenza di un gran numero di agenti patogeni, aumenta il volume di secrezione secreta. Sulla sommità della membrana mucosa è ricoperto da un epitelio cilindrico a più file ciliato con ciglia miniatura. Le ciglia sono in continuo movimento (tremolio), nella direzione del hoan e poi del nasofaringe, che consente di rimuovere il muco dai batteri associati e dalle particelle estranee. Se il muco è troppo e le ciglia non hanno il tempo di evacuare, si sviluppa una rinite.

Sotto la membrana mucosa è tessuto penetrato dal plesso dei vasi. Ciò rende possibile, con un rigonfiamento istantaneo della mucosa e il restringimento dei passaggi, proteggere l'organo di senso dalle sostanze irritanti (chimiche, fisiche e psicogene).

La regione olfattiva si trova nella parte superiore. È rivestito di epitelio, nel quale sono le cellule recettoriali responsabili dell'olfatto. Le cellule sono a forma di fuso. Ad una estremità arrivano alla superficie della membrana con bolle con ciglia e con l'altra passano nella fibra nervosa. Le fibre sono intrecciate in fasci, formando nervi olfattivi. Le sostanze aromatiche attraverso il muco interagiscono con i recettori, eccitano le terminazioni nervose, dopo di che il segnale entra nel cervello, dove gli odori si differenziano. Per eccitare i recettori, sono sufficienti diverse molecole della sostanza. Una persona è in grado di percepire fino a 10 mila odori.

La struttura dei seni paranasali

L'anatomia del naso di una persona è complessa e include non solo l'organo di senso stesso, ma anche i vuoti (seni paranasali) che lo circondano e con cui è in stretta interazione, connettendosi con l'aiuto di canali (anastomosi). Il sistema dei seni paranasali include:

  • a forma di cuneo (principale);
  • mascellare (mascellare);
  • frontale (frontale);
  • cellule del labirinto etmoidale.

I seni mascellari sono i più grandi di tutti, il loro volume può raggiungere i 30 centimetri cubici. Le camere si trovano sulla mascella superiore tra i denti e la parte inferiore delle prese, sono costituite da cinque pareti:

  • Il nasale è una placca ossea che passa dolcemente nella mucosa. Il foro che si collega alla corsa nasale si trova nella sua parte d'angolo. Quando c'è un difficile deflusso di secrezioni, si sviluppa un processo infiammatorio, che si chiama sinusite.
  • Il viso è palpabile, il più denso, coperto di tessuti delle guance. Situato nella fossa canina della mascella.
  • L'orbitale è il più sottile, ha un plesso delle vene e il nervo infraorbitale, attraverso il quale è possibile trasmettere l'infezione agli occhi e alla membrana cerebrale.
  • Il posteriore va al nervo mascellare e all'arteria mascellare, così come il nodo pterigopatico.
  • Quello inferiore è adiacente alla cavità orale, le radici dei denti possono sporgere in essa.

I seni frontali si trovano nello spessore dell'osso frontale, tra le sue pareti anteriore e posteriore.

Nei neonati non c'è, inizia a formarsi da 3 anni, il processo di solito continua fino alla fine dello sviluppo sessuale umano. Circa il 5% delle persone non ha affatto vuoti frontali. I seni sono composti da 4 pareti:

  • L'orbitale. Confina con l'orbita, ha un lungo canale di collegamento stretto, con edema, che sviluppa anelli frontali.
  • La parte anteriore è una parte dell'osso frontale fino a 8 mm di spessore.
  • Il cervello è adiacente alla dura madre del cervello e della fossa cranica anteriore.
  • Quello interno divide il vuoto in due camere, spesso diseguali.

Il seno sfenoidale si trova in profondità nello spessore dell'osso con lo stesso nome, diviso da un setto in due parti di dimensioni diverse, ognuna delle quali è indipendentemente collegata al corso superiore.

Come, e i vuoti frontali, si formano nei bambini a partire dai tre anni e si sviluppano fino a 25 anni. Questo seno è in contatto con la base cranica, le arterie carotidi, i nervi oculari e la ghiandola pituitaria, che può portare a gravi conseguenze per l'infiammazione. Tuttavia, le malattie del seno sfenoidale sono molto rare.

Il seno etmoidale (labirinto) è costituito da singole cellule interconnesse dell'osso etmoide, disposte in fila, 5-15 pezzi su ciascun lato. A seconda della profondità del luogo, si distinguono interna (sono nella parte superiore), centrale e frontale (sono collegate a quella centrale).

La struttura anatomica del naso: cosa devi sapere sul senso dell'olfatto

I tessuti dei polmoni sono piuttosto delicati e quindi l'aria che li penetra deve avere determinate caratteristiche: essere calda, umida e pulita. Quando respirano attraverso la bocca, queste qualità non vengono raggiunte, motivo per cui la natura ha creato i passaggi nasali che, insieme ai reparti vicini, rendono l'aria ideale per l'organo respiratorio. Usando il naso, il flusso inspirato viene eliminato dalla polvere, inumidito e riscaldato. E lo fa quando passa attraverso tutti i reparti.

Funzioni del naso e nasopharynx

Il naso è composto da tre parti. Hanno tutti le loro caratteristiche. Tutti i reparti sono coperti da membrane mucose e più è efficace l'aria.

È importante che questo tipo di tessuto non sia soggetto a condizioni patologiche. In generale, grazie al naso, vengono eseguite le seguenti funzioni:

  • Riscaldamento di aria fredda e sua conservazione;
  • Purificazione da agenti patogeni e inquinamento atmosferico (usando la superficie mucosa e i peli su di esso);
  • Grazie al naso, ogni persona ha il suo timbro unico della voce, cioè l'organo funziona anche come un risonatore;
  • Distinzione degli odori dalle cellule olfattive che si trovano nella mucosa.

Edificio comune

Parlando di reparti, ci sono tre componenti del sistema di naso. Differiscono nella loro struttura. Inoltre, per ogni persona, alcuni elementi possono differire nel loro complesso, ma allo stesso tempo svolgere il loro ruolo nel processo di respirazione e olfatto, oltre che di protezione. Pertanto, se semplificato, ci sono le seguenti parti:

Tutti hanno caratteristiche comuni in tutte le persone, ma allo stesso tempo ci sono delle differenze. Dipende dalle caratteristiche anatomiche individuali e dall'età della persona.

La struttura della parte esterna

Le ossa del cranio, le placche cartilaginee, i muscoli e i tessuti cutanei formano la parte esterna. In forma, il naso esterno assomiglia a una piramide irregolare triedrale, in cui:

  • La punta è il ponte delle sopracciglia;
  • La parte posteriore è la superficie dell'organo olfattivo, costituita da due ossa laterali;
  • Il tessuto cartilagineo continua l'osso, formando la punta e le ali del naso;
  • La punta del naso si trasforma in columella - il setto che forma e separa le narici;
  • Tutto questo è coperto internamente di muco con peli e dall'esterno - pelle.

Le ali del naso sono sostenute da tessuto muscolare. La persona non li usa attivamente, e quindi si riferiscono in maggior misura al reparto mimico, che aiuta a riflettere lo stato emotivo della persona.

La pelle del naso è piuttosto sottile ed è dotata di un gran numero di vasi e terminazioni nervose. La Columella di solito non è perfettamente diritta e ha una leggera curvatura. Allo stesso tempo, nell'area del setto c'è anche una zona di Kisselbach, dove c'è un grande accumulo di vasi e terminazioni nervose, e praticamente nella stessa superficie del tegumento.

Questo è il motivo per cui le epistassi sono più spesso qui. Inoltre, quest'area anche con un minimo trauma al naso dà un forte dolore.

Se parliamo delle differenze di questa parte dell'organo olfattivo in persone diverse, allora negli adulti può differire nella forma (ciò che è affetto da traumi, patologie e anche ereditarietà), e negli adulti e nei bambini - nella struttura.

Nei neonati, il naso è diverso dall'adulto. La parte esterna è piuttosto piccola, sebbene sia costituita dagli stessi reparti. Ma allo stesso tempo, sta solo iniziando a svilupparsi e, quindi, spesso i bambini di questo periodo raccolgono istantaneamente ogni sorta di infiammazione e patogeni.

L'organo olfattivo nei bambini non può svolgere le stesse funzioni degli adulti per intero. La capacità di riscaldare l'aria si sviluppa in circa 5 anni. Pertanto, anche con un gelo di -5 - -10 gradi, la punta del naso nei bambini si blocca rapidamente.

L'immagine mostra la struttura della cavità nasale umana.

Anatomia della cavità nasale

La fisiologia e l'anatomia del naso implicano principalmente una struttura interna, nella quale avvengono processi vitali. La cavità del corpo ha i suoi limiti, che sono formati dalle ossa del cranio, dalla cavità orale, dalle cavità oculari. Consiste delle seguenti parti:

  • Narici, che sono il cancello d'ingresso;
  • Hoan - due fori nella parte posteriore della cavità interna, che portano alla metà superiore della faringe;
  • Il setto consiste di ossa craniche con una placca cartilaginea che forma i passaggi nasali;
  • I passaggi nasali, a loro volta, sono costituiti dalle pareti: il superiore, interno mediale, esterno laterale e formato anche dalle ossa mascellari.

Se parliamo dei dipartimenti di quest'area, allora possono essere suddivisi in inferiore, medio, superiore con i corrispondenti passaggi respiratori. I passaggi superiori vanno ai seni frontali, quelli più bassi - detengono il segreto lamentoso nella cavità. Il mezzo porta ai seni mascellari. Il naso stesso consiste di:

  • Il vestibolo è una zona di cellule epiteliali all'interno delle ali del naso con un gran numero di peli;
  • La zona respiratoria è responsabile della produzione di muco per umidificare e pulire l'aria dall'inquinamento;
  • L'area dell'olfatto aiuta a distinguere gli odori a causa del contenuto nei tessuti dei corrispondenti recettori e delle ciglia olfattive.

I passaggi nasali sono stretti e la struttura delle membrane mucose è caratterizzata da un gran numero di vasi sanguigni, che provocano edema quasi istantaneo sotto l'influenza di ipotermia, patogeno o allergene.

Struttura e funzione del naso umano

Il naso è una componente importante del corpo umano. Ha una struttura piuttosto complicata e svolge molte funzioni, fornendo respiro e odore libero. Dal punto di vista dell'anatomia clinica, è consuetudine dividere il naso in parti esterne e interne.

Struttura esterna del naso

Fuori dal naso è coperto di pelle, che contiene molte ghiandole sebacee. Questa divisione del naso consiste di cartilagine e tessuto osseo e in forma ricorda una piramide triedrale. La parte superiore di esso è chiamata la radice del naso, che, allungandosi, scende nella parte posteriore e termina nella parte superiore. Le ali del naso si trovano ai lati del dorso, sono strutture mobili e formano l'ingresso alla cavità nasale.

Lo scheletro osseo del naso è costituito da ossa nasali sottili e piatte, sono interconnessi (lungo la linea mediana), così come con altre strutture dello scheletro facciale. La sua parte cartilaginea è rappresentata da placche laterali cartilaginee accoppiate situate sopra e sotto.

Questa parte del naso è abbondantemente fornita di sangue dai rami dell'arteria carotide esterna. Alcune caratteristiche hanno il deflusso di sangue venoso da questa area, che viene effettuata nella vena facciale anteriore, comunicando con la vena orbitale e il seno cavernoso. Questa struttura è dovuta alla possibilità della rapida diffusione di agenti patogeni di malattie infettive con flusso di sangue nella cavità del cranio.

Naso interno

La cavità nasale si trova tra la cavità orale, le orbite e la fossa cranica anteriore. Ha comunicazione con l'ambiente (attraverso le narici) e la faringe (attraverso il choan).

La parete inferiore della cavità nasale è formata dalle ossa palatine e dai processi della stessa mascella superiore. Nella profondità di questo muro più vicino alla parte anteriore è il canale incisale, in cui i nervi e le navi passano.

Le seguenti strutture ossee formano il tetto del naso interno:

  • piatto a traliccio dell'osso con lo stesso nome;
  • ossa nasali;
  • parete frontale del seno sfenoidale.

Le fibre nervose olfattive e le arterie penetrano attraverso la piastra etmoidale.

Il setto nasale divide la sua cavità in due parti: cartilaginea e osso:

  • Quest'ultimo è rappresentato da un vomere perpendicolare alla piastra etmoidale e al pettine nasale della mascella superiore.
  • La parte cartilaginea è formata dalla sua stessa cartilagine del setto nasale, che ha la forma di un quadrilatero, che partecipa alla formazione del dorso nasale e fa parte della parte mobile del setto.

Il più difficile è la parete laterale della cavità nasale. È formato da diverse ossa:

  • etmoide,
  • palatale,
  • a forma di cuneo
  • lacrima
  • mascella superiore.

Ha piastre orizzontali speciali - il turbinato superiore, medio e inferiore, che dividono condizionalmente la divisione interna del naso in 3 passaggi nasali.

  1. Inferiore (situato tra lo stesso concha e il fondo della cavità nasale, qui si apre il canale nasolacrimale).
  2. Medio (limitato a due turbinati - il più basso e medio, ha fistola con tutti i seni paranasali, ad eccezione dello sfenoide).
  3. Superiore (situato tra l'arco della cavità nasale e il lavandino nasale superiore, comunica con il seno sfenoidale e le cellule posteriori dell'osso etmoidale).

Nella pratica clinica, un passaggio nasale comune. Ha la forma di uno spazio a forma di fessura tra il setto e le fasi nasali.

Tutte le parti dell'interno del naso, ad eccezione del vestibolo anteriore, sono rivestite di mucosa. A seconda della sua struttura e funzione, le zone respiratorie e olfattive si distinguono nella cavità nasale. Quest'ultimo si trova sopra il bordo inferiore del turbinato centrale. In questa zona del naso, la mucosa contiene un gran numero di cellule olfattive che sono in grado di distinguere più di 200 odori.

La regione respiratoria del naso è al di sotto dell'olfatto. Qui, la membrana mucosa ha una struttura diversa, è ricoperta da un epitelio ciliato multicore con molte ciglia, che nelle sezioni anteriori del naso compiono movimenti oscillatori verso l'anteriore, e nei posteriori - al contrario, verso il nasofaringe. Inoltre, in questa zona si trovano cellule caliciformi che producono muco e ghiandole tubulari-alveolari, producendo secrezione sierosa.

La superficie mediale della parte inferiore del turbinato medio ha una membrana mucosa ispessita a causa di tessuto cavernoso, in cui vi è un gran numero di espansioni venose. La sua capacità di gonfiarsi rapidamente o di restringersi sotto l'azione di determinati stimoli è associata a questo.

L'afflusso di sangue delle strutture intranasali viene effettuato da vasi provenienti dal sistema dell'arteria carotide, sia dal suo ramo esterno che da quello interno. Ecco perché con enormi perdite di sangue non è sufficiente bendare uno di loro per fermarlo.

Una caratteristica speciale dell'afflusso di sangue al setto nasale è la presenza nella parte anteriore del punto debole con una membrana mucosa assottigliata e una rete vascolare densa. Questa è la cosiddetta zona di Kisselbach. C'è un aumentato rischio di sanguinamento in quest'area.

La rete venosa della cavità nasale forma numerosi plessi in essa, è molto spessa e ha numerose anastamosi. Il deflusso di sangue va in più direzioni. Ciò è dovuto all'alto rischio di sviluppare complicanze intracraniche nelle malattie del naso.

L'innervazione del naso è eseguita dal nervo olfattivo e trigemino. Quest'ultimo è associato alla possibile irradiazione del dolore dal naso lungo i suoi rami (ad esempio, nella mascella inferiore).

Funzione del naso umano

Il normale funzionamento della cavità nasale è di grande importanza per la piena attività di organi e sistemi remoti di tutto l'organismo. Quindi, con la respirazione nasale libera, 10 volte meno microrganismi penetrano nel tratto respiratorio rispetto a quando respirano attraverso la bocca. L'ostruzione della respirazione attraverso il naso contribuisce alla SARS, mal di gola, bronchite.

Inoltre, è necessario un adeguato funzionamento del naso per il normale scambio di sangue nel sangue. Malattie nasali croniche con congestione o restringimento dello spazio respiratorio portano ad insufficiente apporto di ossigeno ai tessuti e alla rottura del sistema nervoso.

La prolungata difficoltà nella respirazione nasale durante l'infanzia contribuisce al ritardo mentale e fisico, nonché allo sviluppo della deformità dello scheletro facciale (alterazione del morso, alto cielo "gotico", curvatura del setto nasale).

Soffermiamoci sulle funzioni principali del naso umano.

  1. Respiratorio (regola la velocità e il volume d'aria che entra nei polmoni, grazie alla presenza di zone riflessogene nella cavità nasale, fornisce ampie connessioni con vari organi e sistemi).
  2. Protettivo (scalda e idrata l'aria inspirata, il costante sfarfallio delle ciglia lo libera e l'azione battericida del lisozima aiuta a prevenire l'ingresso di agenti patogeni nell'organismo).
  3. Olfattivo (la capacità di distinguere gli odori protegge l'organismo dagli effetti dannosi dell'ambiente).
  4. Resonatorial (insieme ad altre cavità aerate è coinvolto nella formazione del timbro individuale della voce, fornisce una pronuncia chiara di alcuni suoni consonantici).
  5. Partecipazione a slezozdvedenii.

conclusione

I cambiamenti nella struttura del naso (anomalie dello sviluppo, curvatura del setto nasale, ecc.) Portano inevitabilmente alla rottura del suo normale funzionamento e allo sviluppo di varie condizioni patologiche.

Potrebbe Piacerti Anche